1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Gherardo Ortalli

Gherardo Ortalli

Professore emerito di Storia medioevale dell'UniversitÓ Ca’ Foscari di Venezia

- s.c.r. 21 giugno 1994, s.e. 12 settembre 2000

Laureato presso l'Università di Bologna nel 1967. Dopo il servizio militare (s. ten. cpl. nel 1968/69) e dopo avere insegnato dal 1971 presso le Università di Ferrara (dove ha diretto l’Istituto di Storia e Geografia) e di Bologna, dal 1973 è professore di Storia medioevale nell'Università Ca’ Foscari di Venezia.

Professore ordinario dal 1980, presso l’Ateneo veneziano ha diretto l’Istituto (poi Dipartimento) di Studi storici dal 1980 al 1989; dal 1996 al 1999 ha coordinato il Dottorato in storia sociale europea che riuniva le Università di Venezia, Bologna, Padova, Trento e Trieste. Presso l’Università di Venezia ha svolto funzioni di consigliere d’amministrazione (dal 1990 al 1995) e dal 1996 di Pro-Rettore delegato alla firma, membro del Senato Accademico e Pro-Rettore delegato alla firma; coordina il Centro interuniversitario per la trasmissione dei saperi. Ha curato la informatizzazione della biblioteca dipartimentale veneziana come esempio pilota nel nord-est.

È consigliere d'amministrazione della "Fondazione Benetton Studi Ricerche" e di Venezia Iniziative Culturali srl. Socio dell’Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti dal 1994, socio effettivo dal 2000, dalá 2003 è membro del Consiglio di presidenza, per sei anni come Amministratore e dal 2009 come Segretario della Classe di Scienze Morali; è inoltre socio della Österreichischen Akademie der Wissenschaften (Accademia Austriaca delle Scienze) e della Hrvatska akademija znanosti i umjetnosti (Accademia Croata delle Scienze e delle Arti) e membro della SEC-Société Européenne de Culture. È presidente della Deputazione di storia patria per le Venezie. nonché membro dell’Accademia Roveretana degli Agiati, della Società di Studi Romagnoli, della Società Dalmata di Storia Patria e di altre Accademie.

Tra le attività accademiche all'estero si segnala: Directeur d'Etudes Associé a la Maison des Sciences de l'Homme e a l'Ecole des Hautes Etudes en Sciences Sociales a Parigi (1989/90). Ha fatto parte del Consiglio Scientifico internazionale della Fondazione “Giorgio Cini” di Venezia

Gli interessi di ricerca vanno dalla storia istituzionale a quella della cultura e della mentalità. Molta attenzione è stata dedicata anche allo studio della cronachistica medievale e della civiltà veneziana, nonché alle ricerche sulla storia della ludicità e del rapporto uomo-ambiente. Il fondamentale impegno negli studi ha preso corpo in un costante impegno nell'organizzazione delle attività culturali.

Tra le responsabilità di carattere scientifico-editoriale:
ha fondato (e dirige) il "Corpus statutario delle Venezie" (26+5 volumi)
ha fondato (e dirige) "Pacta Veneta" (14+1 volumi)
co-fondatore e direttore della rivista internazionale di storia del gioco "Ludica"
condirettore della collana “Studi veneti” (21 volumi)
condirettore della collana "Profili" (3 volumi)
direttore della collana si storia del gioco "Ludica" (12 volumi)
direttore del periodico "Archivio Veneto"
membro dell’International Editorial Board di “Časopis za povijest Zapadne Hrvatske” (Croazia)
membro del Consejo Asesor di “Temas Medievales” (Argentina)
membro del Council of Editors del "Journal of History: academic reports" (History Faculty of the Moscow State University)
membro del Comitato scientifico dei "Quaderni Piancastelli" – Il Mulino
membro del Comitato Scientifico degli “Atti dell’Accademia Roveretana degli Agiati - Classe di Scienze Umane e di Lettere ed Arti”
membro del Comitato scientifico di “Lancillotto e Nausica - critica e storia dello sport”
membro del Comitato scientifico di "Natura e Montagna"
membro del Consiglio scientifico del “Bullettino dell’Istituto Storico Italiano per il Medio Evo”
coordinatore del progetto italo-franco-tedesco di edizione dei registri del Senato veneziano dell'Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti (14 volumi finora editi).

Tra i suoi scritti (in parte apparsi anche in albanese, cinese, croato, francese, giapponese, greco, inglese, tedesco), si segnalano i volumi:
Da Canossa a Tebe. Vicende di una famiglia feudale tra XII e XIII secolo, Francisci, Abano 1983;
Breve storia di Venezia (con G. Scarabello), Pisa 1990 (trad. in inglese, tedesco e giapponese);
áLa peinture infamante du XIIIeáau XVIeásiècle, Monfort, Paris 1994
cura della Storia d'Europa, vol. III, Il medioevo, Einaudi, Torino 1995
Scuole e maestri tra medioevo e rinascimento. Il caso veneziano, Il Mulino, Bologna 1996
Lupi genti culture. Uomo e ambiente nel medioevo, Einaudi, Torino 1997
Petrus I. Orseolo. Der 'heilige Doge' zwischen Venedig und dem Ottonischen Reich, Thorbecke, Stuttgart 1998
Alle origini della cronachistica bolognese. Il “Chronicon Bononiense”, Viella, Roma 1999
Il Milione di Marco Polo, edizione con saggio introduttivo e commenti, FMR, Milano 2003
Barattieri. Il gioco d'azzardo fra economia ed etica. Secoli XIII-XV, Il Mulino, Bologna 2012


 
 
 
  1. Calendario
  2. Divulgazione
  3. Video
  4. Banca Dati Lagunare Ambientale
  5. Pubblicazioni dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
  6. Collaborazioni nazionale e internazionali
  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter