1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Luigi Chieco-Bianchi

Luigi Chieco-Bianchi

Professore emerito di Oncologia dell'UniversitÓ di Padova

- s.c.r. 27 novembre 2002, s.e. 27 maggio 2008, s.e.s. 1 settembre 2016

Nato il 24 Aprile 1933. Laureato in Medicina e Chirurgia nel 1957, presso l'Università di Bari;
Assistente volontario e tecnico laureato presso l'Università di Bari dal 1957 al 1965; assistente
di ruolo e professore incaricato in Oncologia Sperimentale, presso l'Università di Padova, dal 1965 al 1975. Vincitore di concorso prof. I fascia, nel 1975 viene chiamato alla Cattedra di Oncologia Facoltà di Medicina dell'Università di Padova nello stesso anno, posizione che riveste a tutt'oggi. Direttore dell'Istituto di Oncologia dalla sua fondazione nel 1986 al 1996,anno in cui l'Istituto è confluito nel Dipartimento di Scienze Oncologiche e Chirurgiche, di cui è stato Direttore fino al 2001. Coordinatore del Centro Oncologico Regionale dal 1993 al 1996.
Prorettore, con delega alla Medicina, dal 1993 al 1995.
-Ha compiuto soggiorni di studio all'estero, presso Centri di Ricerca Oncologica, a Parigi, Berlino, Rehovoth (Israele), New York, Bethesda, Palo Alto, Londra, Boston.
- L'attività scientifica ha riguardato essenzialmente temi di immunologia e virologia dei tumori
sperimentali e umani. In particolare ha compiuto ricerche sulla tolleranza immunologica verso retrovirus murini, sull'immunità cellulare nel corso della cancerogenesi da retrovirus "acuti" nel topo, sul ruolo dei retrovirus endogeni murini. In seguito alla scoperta dei retrovirus umani, si è interessato degli aspetti epidemiologici, immunologici e molecolari dalle infezioni da HTLV e HIV.
- Le pubblicazioni scientifiche su riviste incluse dal Joumal of Citation Reports sono oltre 400.

- Titolare di progetti di ricerca da Agenzie governative e da Fondazioni private (National
Institutes of Health, MURST-MIUR, CNR, Istituto Superiore di Sanità, Damon Runyon Fondation, Lady Tata Memorial Trust, Nato, Lekaemia Research Fund, AIRC, FIRC, Unione Europea).
-
Ha ricevuto nel 1987 il premio per la Virologia dall'Accademia Nazionale dei Lincei.
- E' responsabile scientifico dell'Unità "Virus Oncogeni" della Fondazione Italiana per la Ricerca
sul Cancro.
- E' stato Presidente della Società Italiana di Cancerologia, del Gruppo di Cooperazione in
Immunologia, della Intemational Association for Comparative Research on Leukemia and Related Diseases.
- E' componente di comitati tecnico-scientifici, per la valutazione di programmi di ricerca,
dell'Istituto Superiore di Sanità (progetto Nazionale AIDS), dell'Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro, del Fonds National de la Recherche Scientifìque (Bruxelles).
-
E' componente dello steering committee del Cancer Research Forum dell'Unione Europea.


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter