1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Giulio Maier

Giulio Maier

Professore emerito di Scienza delle costruzioni del Politecnico di Milano

- s.c.n.r. 27 settembre 2006, s.c.s. 1 settembre 2011

· Dopo il liceo classico Combi a Capodistria, Ingegneria Meccanica all’Università di Trieste (laurea con lode nel 1955) e Ingegneria Aerospaziale nella Scuola di Specializzazione dell’Università di Roma (“specializzazione” con lode nel 1958)
· Assistente di Scienza delle Costruzioni all’Università di Trieste (1959-60) e poi al Politecnico di Milano, Facoltà di Architettura (1961-64); Libero Docente (1964) e Professore Incaricato nel Politecnico di Milano (1964-69) prima ad Architettura, poi ad Ingegneria nel Dipartimento di Ingegneria Strutturale.
Professore Ordinario dal 1970; Direttore del Dipartimento nel periodo 1975-79; Presidente del Comitato Istruzione Permanente del Politecnico dal 1973 all’86; Coordinatore della Scuola di Dottorato in Ingegneria Strutturale dal 1993 al 2002.
Rettore del Centre International des Sciences Mécaniques (CISM), Udine, dal 2005.
· All’estero: “Research Associate”, Division of Engineering, Brown University, Providence Rhode Island, USA (1964); “Visiting Researcher”, Faculté Polytechnique de Mons, Belgium (1966); “Research Associate”, Department of Engineering, Cambridge University, Cambridge, UK (1967).
“Visiting Professor” nei Dipartimenti di Ingegneria Civile delle seguenti sedi: University of Illinois, Urbana-Champaign, USA (1970-71); Imperial College, Londra (1981-82); University of Minnesota, Minneapolis, USA (1996-97).
Soggiorni di studio brevi nelle sedi: University of Waterloo, Ontario (1977, 1979); Polish Academy of Sciences, Warsaw (1978); University of Cape Town (1980, 1986); Laboratorio Nacional de Computaçao Cientifica, CNPq., Rio de Janeiro (1982); Laboratoire de Mécanique et Technologie, Paris-Cachan (1988); Rensselaer Polytechnic Institute, Troy, New York (1989); University of New South Wales, Sydney (1998, 1999); Tsinghua University, Beijing, China (1990, 2000, 2005); University of Colorado, Boulder, Colorado (1991, 1992, 1993, 1994, 1995, 1996, 1997).
· Socio Straniero della National Academy of Engineering degli Stati Uniti, Washington (dal 2003); Fellow della American Academy of Mechanics (dal 2002); Professore Onorario della Tsinghua University, Pechino (dal 2000); Socio Straniero dell’Accademia Russa di Ingegneria, Mosca (dal 2000); Honorary Member dell’Accademia Ungherese delle Scienze, Budapest (dal 1998); Fellow della New York Academy of Sciences (dal 1998); Fellow della International Association of Computational Mechanics (IACM) (dal 1998); Foreign Member dell’Accademia Polacca delle Scienze, Varsavia (dal 1997); Socio dell’Accademia Nazionale delle Scienze detta dei XL, Roma (dal 1993); Fellow della American Society of Civil Engineers (ASCE) (dal 1992); Foreign Associate della Royal Society of South Africa, Città del Capo (dal 1991); Socio residente dell’Istituto Lombardo di Scienze e Lettere, Milano, (dal 1990); Socio dell’Accademia Nazionale dei Lincei, Roma (dal 1985).
· Dottorato honoris causa in Meccanica dall’Università di San Pietroburgo (2004); Warner Koiter Medal della American Society of Mechanical Engineers (ASME) (2000); “University Medal” dall’Università del Colorado, Boulder, USA (1998); Docteur ès Sciences Appliquées dalla Faculté Polytechnique di Mons, Belgio (1992); Dottorato honoris causa in Ingegneria Civile dall’Università di Salonicco (1985); Medaglia Copernico dall’Accademia Polacca delle Scienze (1984); Premio Feltrinelli per Matematica, Meccanica e Applicazioni dall’Accademia Nazionale dei Lincei (1981); Premio Rancati dall’Istituto Lombardo (1978); Premio Stabilini dal Politecnico di Milano (1968); Premio Affer dall’Associazione Costruttori in Acciaio Italiani (ACAI) (1963).
· “Editor” di “Meccanica”, Rivista dell’Associazione Italiana di Meccanica Teorica e Applicata (AIMETA), dal 1982 all’86; “Associate Editor” di “European Journal of Mechanics/Solids”, dal 1988 al ’94.
Membro dei Comitati di Redazione delle seguenti Riviste: "Computer Methods in Applied Mechanics and Engineering"; "International Journal for Numerical Methods in Engineering"; “Mechanics Research Communications"; "Solid Mechanics Archives"; “Engineering Structures"; "Applied Mathematical Modelling"; "Meccanica", dal 1986; "Microcomputers in Civil Engineering", 1986-96; "Structural Optimization"; "European Journal of Mechanics/Solids", dal 1995; "Acta Mechanica Solida Sinica"; “International Journal of Solids and Structures", 1990-96; "International Journal of Engineering Analysis and Design"; "Rendiconti Accademia Nazionale Lincei: Matematica e Applicazioni"; "Archives of Mechanics"; "Archive of Applied Mechanics"; "Rendiconti della Accademia Nazionale delle Scienze. Memorie di Matematica e Applicazioni"; "Global Optimization"; "Computer Modelling in Engineering and Sciences"; "Computers and Structures"; "Mechanics of Advanced Materials and Structures"; "Modern Mechanics and Mathematics Series" of The Chapman & Hall, CRC; "Inverse Problems in Science and Engineering"; "Int. Journal of Applied Mathematics and Mechanics"; "Bulletin of the Polish Academy of Sciences".
· Vicepresidente dal 1982 al 1986, Presidente dal 1986 al 1990 della Associazione Italiana di Meccanica Teorica e Applicata (AIMETA).
Principali partecipazioni a comitati tecnico-scientifici: Commissioni su "Stability Problems" e "Plasticity"della European Convention for Steel Constructions (1961-78); Working Group on Tension Structures della International Association for Shell Structures (IASS) (1972-82); Council della Associazione Italiana di Meccanica Teorica e Applicata (AIMETA) (1974-93); International Scientific Committee on Structural Mechanics in Nuclear Technology (SMiRT) (1974-86); Scientific Council dell’International Center for Mechanical Sciences, Udine (CISM) (dal 1981) Committee for European Mechanics Colloquia and Conferences (EUROMECH) (1982-97); General Council della International Association for Computational Mechanics (IACM) (1982-2005); Congress Committee della International Union of Theoretical and Applied Mechanics (IUTAM) (1983-91); IUTAM Solid Mechanics Symposia Panel (1984-2000); Offshore Structures Committee del Registro Italiano Navale (RINA) (dal 1986); Council della International Association of Boundary Element Methods (IABEM) (1989-99); Comité de Recrutement des Professeures, Ecole Polytechnique, Parigi (1989-93) ; Consiglio Scientifico dell’ISMES, Bergamo (1992-96); Council of European Mechanics Society (EMS) (1994-97); Advisory Panel for "Structural Systems and Construction Processes", National Science Foundation (NSF), Washington (1995); Coordinatore Nazionale di 4 Progetti PRIN su problemi strutturali nell’ingegneria delle dighe (1998-2006); Italian Commission for Large Dams (ITCOLD) (dal 1999); General Assembly of the International Union of Theoretical and Applied Mechanics (IUTAM) (dal 2000); Strategy Board, European Network on “MAthematics, Computing and Simulation for Industry” (MACSI) (2000-2003); Task Leader nel Network of Excellence europeo (NoE) su “Knowledge-based Multicomponent Materials” (KMM) (dal 2005).
· Principali interessi di ricerca: meccanica strutturale in campo elastoplastico (teoremi energetici, teoria dell’adattamento o “shakedown”, metodi di calcolo “diretti” a collasso; ottimizzazione di progetto); metodi di calcolo per elementi di contorno; analisi inverse deterministiche o stocastiche (per diagnosi di danni strutturali e calibrazione di modelli costitutivi di materiali). L’attività di ricerca è documentata da oltre 260 pubblicazioni su riviste scientifiche o atti di congressi , da 9 libri di cui è co-autore o “co-editor” . Numerose le tesi di laurea e dottorato di cui è stato supervisore in Italia e all’estero. Le applicazioni ingegneristiche , studiate in relazione ai risultati di ricerche, riguardano: tensostrutture; condotte sottomarine e interrate e costruzioni offshore; dighe; vari problemi strutturali nelle microtecnologie.


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter