1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Achille Cesare Pessina

Achille Cesare Pessina

Professore già ordinario di Medicina interna nell'UniversitÓ di Padova

- s.c.r. 16 giugno 2009

Nato il 29 Aprile 1940. Laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università di Padova nel 1965.
Assistente volontario presso la Clinica Medica dell’Università di Padova dal 1966 al 1968.
Specialista in Radiologia nel 1969.
Doctor of Phylosophy in Medicine presso l’Università di Londra nel 1971 dopo un soggiorno di ricerca e di studio presso il St. Mary’s Hospital Medical School dal 1968 al 1971.
Specialista in Medicina Interna nel 1975.
Assistente di ruolo presso la Cattedra di Clinica Medica Generale diretta dal professor Cesare Dal Palù dal 1970 al 1983.
Vincitore di concorso a professore di IIa fascia assume servizio come Professore Associato di Terapia Medica dell’Università di Padova nel 1983.
Vincitore di concorso a professore di Ia fascia nel 1984, è chiamato alla Cattedra di Terapia Medica Sistematica nel 1986 e a quella di Medicina Interna nel 1988, posizione che riveste a tutt’oggi.
Direttore della Clinica Medica 4 dell’Università di Padova dal 1995 a tutt’oggi.
Prorettore con delega ai rapporti con le Università Estere dal 1996 al 2001.
Direttore della Ia Scuola di Specializzazione in Medicina Interna dal 1995 a tutt’oggi.
Coordinatore del Dottorato Internazionale in “Arterial Hypertension and Vascular Biology” dal 2002 a tutt’oggi.
Titolare di progetti di ricerca da Agenzie governative (CNR, MURST, MIUR).
E’ stato Presidente della Società Italiana dell’Ipertensione Arteriosa dal 1999 al 2001 e Presidente della Sezione Triveneta della Società Italiana di Medicina Interna dal 2004 al 2006.

L’attività scientifica ha riguardato essenzialmente temi inerenti l’ipertensione arteriosa e le sue complicanze.
Di particolare interesse gli studi di carattere fisiopatologico sulla variabilità spontanea della pressione arteriosa, sulle modificazioni dell’emodinamica intrarenale e della distribuzione dei liquidi extracellulari nei soggetti ipertesi e i rapporti fra sistemi di trasporto ionico transmembrana e rischio cardiovascolare. In campo sperimentale le ricerche hanno riguardato le interazioni fra ipertensione e aterosclerosi in diversi modelli animali con particolare riguardo al ruolo delle miocellule vascolari, dell’endotelina e dei suoi recettori e del polimorfismo dell’ACE mediante l’impiego di tecniche di biologia molecolare.

 In campo clinico gli studi maggiori sono stati rivolti alla diagnostica dell’iperaldosteronismo primario, della ipertensione da nefropatia monolaterale e di altre forme rare di ipertensione secondaria, nonché al meccanismo d’azione dei farmaci antiipertensivi. Infine diversi studi epidemiologici hanno avuto come obiettivo il ruolo dei diversi fattori di rischio cardiovascolare sulla morbilità a mortalità nella popolazione del Veneto.

Tutti questi studi sono stati oggetto di numerose pubblicazioni, 453 delle quali su riviste con impact factor.
 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter