1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Lorenzo Marenesi

Lorenzo Marenesi

Professore emerito di Elettrotecnica nell'Università di Padova
(deceduto il 5 novembre 2002)
- s.c. 7 luglio 1976, s.e. 6 agosto 1985.

Commemorazione tenuta da Antonio Lepschy [ Pdf - 86Kb].

Nato ad Este (Padova) il 16 dicembre 1923.
Laureato nella Facoltà di Ingegneria dell'Università di Padova con il massimo dei voti e lode, in Ingegneria Industriale, Sottosezione Elettrotecnica, l'8 novembre 1947.
Attività accademica.
Presso l'Istituto di Elettrotecnica dell'Università di Padova, Assistente incaricato e poi ordinario, dall'1 dicembre 1947. Libero Docente in Elettrotecnica con D.M. 4 febbraio 1955.
Aiuto alla Cattedra di Elettrotecnica dall'1 marzo 1955. In aspettativa senza assegni, (per motivi di famiglia) dal 15 marzo 1956 e dimissionario dal 15 marzo 1957.
Primo vincitore di un concorso alla Cattedra di Elettrotecnica dell'Università di Cagliari, vi prese servizio l'1 gennaio 1959, assumendo anche la Direzione dell'Istituto di Elettrotecnica.
Dall'1 febbraio 1961 trasferito alla Cattedra di Campi Elettromagnetici e Circuiti della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Genova.
Professore Ordinario dall'1 febbraio 1962.
Dall'1 novembre 1964 trasferito alla IIª Cattedra di Elettrotecnica del Politecnico di Torino.
Dall'1 novembre 1969 trasferito alla Cattedra di Elettrotecnica della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Padova. Direttore dell'Istituto di Elettrotecnica e di Elettronica della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Padova dal 1974 al gennaio 1981 (dimissionario per malattia).
Medaglia d'oro dei benemeriti della Scuola, della Cultura e dell'Arte (1978).
Preside della Facoltà di Ingegneria dell'Università di Padova (1981/84).
Prorettore dell'Università di Padova (1984/87).
Membro del Consiglio di Amministrazione dell'Università di Padova (1987/93).
Responsabile Scientifico dell'Università di Padova del Gruppo di Ricerca "Elettrotecnica" (1984/1992).
Fuori Ruolo dall'1 novembre 1996.
Si è posto volontariamente in pensione il 21 ottobre 1998.
Professore emerito con D.M. 20 aprile 1999.
Incarichi di insegnamento Elettrotecnica IIª parte nell'Università di Padova (1953/55).
Applicazioni Industriali dell'Elettrotecnica nel Politecnico di Torino (1957/60).
Misure Elettriche (1960/69) nel Politecnico di Torino.
Macchine Elettriche (1970/78) nell'Università di Padova.
Teoria delle Reti Elettriche nell'Università di Padova (1978/80).
Attività scientifico - tecniche
Collaboratore della Sezione Acceleratore dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare per la costruzione del sincrotrone italiano da 1000 Mev, in Roma, (inverno 1955/56).
Capo Sezione Campioni dell'Istituto Elettrotecnico Nazionale Galileo Ferraris (IENGF) in Torino (16 marzo 1956 - 31 dicembre 1958).
Per alcuni anni consulente e membro del Comitato Tecnico Consultivo dell'IENGF. C.N.R. Membro eletto del Comitato direttivo del Comitato nazionale per le scienze di Ingegneria e di architettura(1968/76).
Membro del Comitato Tecnologico(71/72).
Membro della Commissione per l'Elettronica (1969/1979).
Membro del Comitato direttivo dell'Istituto Termometrico, a Torino (1966/67).
Membro della Commissione per la Metrologia, a Torino, (1969/92) (dimissionario) e Presidente (1979/81) (dimissionario).
Rappresentante del C.N.R., quale Consigliere, nell'Istituto Italiano del Marchio di Qualità (1974/76).
Presidente del Consiglio scientifico del Centro per l'elaborazione numerale dei segnali (nell'Istituto di Elettrotecnica del Politecnico di Torino) (1971/75) (dimissionario).
Membro del Comitato di gestione del contratto CNR/Euratom per ricerche sulla fusione termonucleare controllata (1973/74), poi del Consiglio Scientifico del Centro di studio sui Gas ionizzati (nell'Istituto di Elettrotecnica e di Elettronica dell'Università di Padova) (1975/86) ed, infine, a più riprese nell'Istituto Gas Ionizzati in Padova (1983/87 e 1993/97).
Associazione Elettrotecnica Italiana (AEI) Vice Presidente della Sezione di Torino (1968/69).
Consigliere di Redazione della Rivista "L'Elettrotecnica" (1961/71).
Relatore speciale alla LXIIIª riunione annuale (Ischia, 1962).
Ha tenuto conferenze alle Sezioni di Padova, Torino e Bologna. Comitato Elettrotecnico Italiano (CEI) Membro di diversi Sottocomitati. Più volte delegato alle riunioni della International Electrotechnical Commission (IEC).
Altre Associazioni
Membro del Comitato direttivo della Sezione di Torino dell'Associazione Nazionale Italiana per l'Automazione (ANIPLA) (1968/69).
Accademie
Socio dell'Istituto Veneto di SS.LL.AA.: s. c. 7 luglio 1976, s. e. 6 agosto 1985.
Socio dell'Accademia Galileiana di SS.LL.AA.: s. c. 21 giugno 1971, s. e. 7 agosto 1990.
Attività tecniche
Consulente per molti anni dei Consorzi di Bonifica Riuniti di Este (Padova), della Industria Magneti Permanenti ed Affini (IMPEA) a Milano e della Ditta Microelettrica Scientifica, pure a Milano. Collaudatore di impianti e macchine per vari Enti, Industrie e Società; perito di parte e consulente tecnico del giudice per molte cause civili e penali. A nome suo (assieme ad altri) sono stati depositati due brevetti.
Pubblicazioni
Autore di volumi e dispense di carattere didattico, di pubblicazioni scientifiche a livello nazionale e internazionale, di relazioni a carattere amministrativo e organizzativo, di interventi a congressi ed a celebrazioni e cerimonie, di lettere a riviste tecnico - scientifiche.


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter