1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Alberto Zamboni

Alberto Zamboni

Professore ordinario di Glottologia nell'UniversitÓ di Padova
(deceduto il 25 gennaio 2010)
- s.c. 19 maggio 1990, s.e. 6 settembre 2001.

Nato nel 1941, ho conseguito la maturitÓ classica presso il Liceo "R. Franchetti" di Mestre -cittÓ dove risiedo tuttora- e nel 1966 mi sono laureato in Lettere all'UniversitÓ di Padova con una tesi sul latino epigrafico della X Regio Augustea. Ho insegnato per vari anni nella scuola secondaria come incaricato e poi ordinario d'italiano e storia negli Istituti tecnici. Nel 1971, dopo essere risultato idoneo in un concorso presso l'UniversitÓ di Bologna, sono stato chiamato quale assistente di ruolo alla cattedra di Glottologia (tenuta da G.B. Pellegrini) nella FacoltÓ di Lettere dell'UniversitÓ di Padova: nello stesso anno ho ottenuto l'incarico (poi stabilizzato) di Filologia germanica presso l'allora sede staccata di Verona (FacoltÓ di Economia e Commercio, Corso di laurea in Lingue) e nel 1976 quello di Glottologia (sempre per il Corso di laurea in Lingue) nella FacoltÓ di Lettere patavina, dove ho anche tenuto per affidamento, supplenza o incarico didattico sostitutivo corsi di Filologia germanica, Fonetica e Dialettologia italiana: nel 1980, vincitore di concorso, sono divenuto professore straordinario sempre di Glottologia e nel 1991, all'atto della collocazione fuori ruolo di G.B. Pellegrini, gli sono succeduto sulla cattedra di Lettere.
I miei ambiti di studio si pongono nella linguistica storico-comparativa, con particolare riguardo al latino tardo e volgare, alla formazione delle lingue romanze, alla dialettologia italiana, alla lessicologia e all'etimologia, non senza specifiche attenzioni alla morfologia anche nei suoi aspetti generali e teorici. Ne fanno fede oltre 360 pubblicazioni, per la metÓ voci derivanti dall'ormai ventennale collaborazione al Lessico Etimologico Italiano di M. Pfister (SaarbrŘcken) affiancate da numerose altre note etimologiche, romanze soprattutto ma anche latine.
Nel settore specifico dell'etimologia, oltre alla collaborazione al Nuovo Zingarelli (1970) e alla redazione di parte del vol. I del Dizionario etimologico storico friulano (Udine 1984), ho pubblicato presso Zanichelli un manuale (1976, poi anche tradotto in spagnolo presso Gredos, 1988) e in quello dell'onomasiologia, insieme con G.B. Pellegrini, una grossa illustrazione della flora popolare friulana (Udine 1982), frutto della collaborazione all'Atlante Storico Linguistico Etnografico Friulano: ho coordinato inoltre la redazione (stendendo il vol. II) del Glossario delle consuetudini giuridiche dall'UnitÓ d'Italia (Firenze, Istituto per la Documentazione Giuridica, 1980segg.) e ho curato infine la sezione relativa all'Alto Adige nel volume firmato con V. Coletti e P. Cordin, Forme e percorsi dell'italianizzazione nel Trentino - Alto Adige (Firenze 1995).
Nel campo del latino, oltre a pubblicare in sezioni separate la mia tesi di laurea, ho prodotto alcuni studi di fonologia storica (in particolare quello uscito nelle Indogermanische Forschungen, 1986 e 1987) ed ho in stampa alcuni sostanziosi contributi al latino tardo e alla formazione del tipo neolatino. Per le lingue romanze, segnalo altri saggi di fonologia (1976, 1993) e soprattutto in anni recenti di morfosintassi: sull'accusativo preposizionale (1993), su altri tipi di derivazione e di composizione, sui verbi in -sco e in -idio. Nella dialettologia italiana, soprattutto nord-orientale, un volumetto generale sul veneto (Pisa, 1974) e vari densi contributi di definizione storico-areale sul veneto stesso, sul dalmatico (1977), sul ladino cadorino (1984), sul bisiacco e sul friulano (1986, 1988), infine sull'Istria (1988). A problemi d'interferenza linguistica, antica e recente, sono inoltre dedicati vari lavori, sul neolatino-tedesco (m˛cheno, 1979), sugli anglicismi nei dialetti italiani (1986), sui grecismi nell'Alto Adriatico (1988), sulle tipologie di contatto nell'Alpe-Adria (1990) e sullo slavo-romanzo nell'area triestina (1991). Un cenno finale va fatto alla voce Linguistica nell'aggiornamento dell'Enciclopedia Italiana 1993. Sono stato direttore del neocostituito Dipartimento di Linguistica dell'UniversitÓ di Padova (1985-88), Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Lettere della stessa (1997-2000) e dirigo attualmente, sempre a Padova, il Centro CNR di Studio per le ricerche di fonetica (CSRF), ora (1998) Istituto di Fonetica e Dialettologia (IFD). Sono socio cofondatore della Rivista Italiana di Dialettologia (Bologna 1977segg.), membro del comitato scientifico dell' Archivio Glottologico Italiano, socio corrispondente dell'Istituto Veneto, Accademia di SS.LL.AA. e del Centro di Studi Filologici e Linguistici Siciliani, conseillier della SociÚtÚ de Linguistique Romane per il sessennio 1992-97, membro dell'ufficio del Centro Interuniversitario di Studi Veneti: sono stato presidente della SocietÓ Italiana di Glottologia (1992-94), professore ospite nelle UniversitÓ di Innsbruck e di SaarbrŘcken e faccio parte infine della Commissione toponomastica della Provincia autonoma di Trento e di quella filologica del Governo del Canton Ticino per il Vocabolario dei dialetti della Svizzera italiana.
Pubblicazioni pi¨ significative dell'ultimo quindicennio
1) (con G.B. Pellegrini) Flora popolare friulana. Contributo all'analisi etimologica e areale del lessico regionale del Friuli - Venezia Giulia. I-II, Udine, Casamassima, 1982, pp. LXXXII + 778 e un atlantino di carte).
2) Caratteri della fitotoponomastica alpina e subalpina. Archivio per l'Alto Adige, LXXV (1981), pp. 87-114.
3) Toponomastica e storia religiosa fino al IX secolo. Le origini del Cristianesimo tra Piave e Livenza, da Roma a Carlo Magno. L'Azione, 5, Vittorio Veneto, TIPSE, 1983, pp. 43-78.
4) La morfologia verbale latina in +sc+ e la sua evoluzione romanza: appunti per una nuova via esplicativa. Quaderni Patavini di Linguistica, 3 (1982-83), pp. 87-138.
5) Del Dizionario storico etimologico friulano e d'altro. Atti e Memorie della SocietÓ Istriana di Archeologia e Storia Patria, XXXI (1983), pp. 305-18.
6) (con P. Rizzolatti), Antichi documenti linguistici dell'area portogruarese. L'area portogruarese tra veneto e friulano, Comune di Portogruaro, 1984, pp. 157-84.
7) Dizionario etimologico storico friulano. I, Udine, Casamassima, 1984, pp. 1-97.
8) I dialetti cadorini. Il ladino bellunese, Belluno, IBRSC, 1984, pp. 45-83.
9) Dal lessico badiotto (addenda e corrigenda a J. Kramer, EWGt). Corona Alpium (Miscellanea di studi in onore di C.A. Mastrelli), Firenze, Istituto di Studi per l'Alto Adige, 1984, pp. 453-70.
10) Glossario delle consuetudini giuridiche dall'unitÓ d'Italia. II (E-O), Firenze, CNR/IDG, 1984, pp. XVI + 456.
11) Di alcuni continuatori mediani del germ. *skaitho 'mestolo, cucchiaio'. L'Italia Dialettale, 47 (1984), pp. 311-5.
12) Note aggiuntive alla questione dei verbi in -ISCO. Studi di grammatica italiana, 12 (1983), pp. 231-37.
13) Considerazioni sull'it. andirivieni e sul relativo tipo composizionale. Parallela 2 (Aspetti della sintassi dell'italiano contemporaneo), TŘbingen, Narr, 1986, pp. 329-41.
14) Sul neolatino delle aree marginali friulane: il problema del "bisiacco" e la presenza storica del veneto. Raetia Antiqua et Moderna (W.Th. Elwert zum 80. Geburtstag), TŘbingen, Niemeyer, 1986, pp. 617-46.
15) Tra latino e neolatino: l'evoluzione delle medie aspirate indoeuropee e le successive ristrutturazioni del consonantismo. I, Indogermanische Forschungen, 91 (1986), pp. 205-35.
16) Gli anglicismi nei dialetti italiani. Elementi stranieri nei dialetti italiani (Atti del XIV Convegno del CSDI), I, Pisa, Pacini, 1986, pp. 79-125.
17) Questioni di metodo nella revisione di etimi discussi: *amp- 'lampone'. Quaderni dell'Atlante Lessicale Toscano, 4 (1986), pp. 39-63.
18) Tra latino e neolatino: l'evoluzione delle medie aspirate indoeuropee e le successive ristrutturazioni del consonantismo. II, Indogermanische Forschungen, 92 (1987), pp. 112-34.
19) La etimologÝa. Versiˇn espa˝ola de P. GarcÝa Mouton. Madrid, Gredos, 1988, pp. 320.
20) Venezien/Veneto. Lexikon der romanistischen Linguistik. IV, TŘbingen, Niemeyer, 1988, pp. 517-38.
21) I grecismi nell'area alto-adriatica in epoca tardo-antica. La Venetia dall' antichitÓ all'alto Medioevo, Roma, Istituto per l'Enciclopedia Italiana, 1988, pp. 53-62.
22) Alle origini del neolatino nell'Italia nord-orientale. Cultura in Friuli (Omaggio a G. Marchetti), Udine, SocietÓ Filologica Friulana, 1988. pp. 205-22.
23) Divergences and convergences among Neo-Latin systems in North-Eastern Italy. Folia Linguistica Historica (Acta Societatis Linguisticae Europeae), VIII/1-2 (1988), pp. 233-68.
24) Note ed integrazioni ad un nuovo dizionario etimologico d'area veneta. Dialettologia e varia linguistica. Per M. Cortelazzo, a cura di G.L. Borgato e A. Zamboni, Padova, Unipress, 1989, pp. 391-99.
25) Il problema della continuitÓ latina nell'area danubiana. Giano Pannonio (Annali italo-ungheresi di cultura), 4, 1989, pp. 145-70.
26) Per una grammatica storica regionale (con particolare riguardo al dominio veneto). La dialettologia italiana oggi (Studi offerti a M: Cortelazzo), TŘbingen, Narr, 1989, pp. 197-208.
27) Pavano e padovano tra continuitÓ e innovazione. Atti del II Convegno internazionale di studi sul Ruzante, Venezia, Corbo e Fiore, 1989, pp. 273-83.
28) Lat. iuniperus: note specifiche e riflessioni generali sul contatto latino-germanico. Incontri Linguistici, 12 (1987-88), pp. 73-89.
29) Conservazione e innovazione nella fitonomastica tra mondo classico e Medio Evo. XXXVII, L'ambiente vegetale nell'alto Medioevo, Spoleto, CISAM, 1990, pp. 589-619.
30) Premesse morfologiche e tipologiche del composto italiano capinera, pettirosso. Parallela 4 (Morfologia/Morphologie), TŘbingen, Narr, 1990, pp. 97-109 (rist. e ampliato in Quaderni Patavini di Linguistica, 8-9 (1989-90), pp. 157-69).
31) Tipologie a contatto nell'Alpe-Adria. Aspetti metodologici e teorici nello studio del plurilinguismo nei territori dell'Alpe-Adria, Udine, Aviani, 1990, pp. 117-42.
32) Per una riconsiderazione generale del vocalismo cisalpino: l'abbassamento di /e/ neolatino in posizione. Scritti in onore di L. Croatto, Padova, CNR/CSRF, 1990, pp. 287-96.
33) Romanismi e altri strati linguistici nella Slavia triestina. Per Giovan Battista Pellegrini, Padova, Unipress, I, 1991, pp. 97-168.
34) Postille etimologiche ladino-venete. Saggi di linguistica e letteratura in memoria di P: Zolli, Padova, Antenore, 1991, pp. 437-46.
35) Dove va la dialettologia? I, Quaderni di Semantica, XII/2 (1991), pp. 327-33; II, XIII/1 (1992), pp. 137-9.
36) Vecchie e nuove etimologie. Etymologie und Wortgeschichte des Italienischen, Wiesbaden, Reichert, 1992, pp. 174-82.
37) Per un'integrazione dei metodi. I dialetti e la dialettologia negli anni Novanta, Rivista Italiana di Dialettologia, 15 (1991), pp. 191-9.
38) Osservazioni sul romanesco antico. Studi linguistici italiani, XVIII,1 (1992), pp. 136-49.
39) Di alcuni misconosciuti continuatori di lat. DECERE (D╚CET). Verbum Romanicum (Festschrift fŘr M. Iliescu), Hamburg, Buske, 1993, pp. 103-8.
40) Alichino. Omaggio a G. Folena, III, Padova, Programma, 1993, pp. 2433-42.
41) Postille alla discussione sull'accusativo preposizionale. Actas do XIX Congreso Internacional de LingŘÝstica e FiloloxÝa Romßnicas, V, A Coru˝a, 1993, pp. 787-808.
42) Sulla tipologia del vocalismo cisalpino: implicazioni diacroniche e classificatorie. Actes du XXe CongrŔs International de Linguistique et Philologie Romanes, III/IV, ZŘrich, 1993, pp. 463-71.
43) Linguistica. Enciclopedia Italiana, Appendice V, Roma, Istituto per l'EI, 1993, pp. 229-30.
44) VERVEX (VERBEX) e VERVACTUM. Miscellanea di studi linguistici in onore di W. Belardi, Roma, Il Calamo, 1994, pp. 305-24.
45) I nomi di luogo. Storia della lingua italiana (a cura di L. Serianni e P. Trifone), 2, Torino, Einaudi, 1994, pp. 859-78.
46) Per una ridefinizione del tipo alto-italiano o cisalpino. Italia settentrionale: crocevia di idiomi romanzi, TŘbingen, Niemeyer, 1995, pp. 57-67.
47) Dialettologia, grammatica storica e classificazione. Atti del XXVII Congresso della SocietÓ di Linguistica Italiana, Roma, Bulzoni, 1995, pp. 29-41.
48) (con E. Baratella), Lettere di Luigi Luciano Bonaparte a Bernardino Biondelli (1857-1872). Rivista Italiana di Dialettologia, 18 (1994), pp. 79-136.
49) Cast. ca˝avera. Latinitas biblica et christiana (Studia philologica varia, in honorem O. GarcÝa de la Fuente), Madrid, CEES, 1994, pp. 117-23.
50) Quelques nouvelles considÚrations Ó propos de missa "messe". Latin vulgaire - latin tardif IV, Hildesheim - ZŘrich - New York, Olms - Weidmann, 1995, pp. 281-94.
51) (con V. Coletti e P: Cordin), Forme e percorsi dell'italiano nel Trentino-Alto Adige, con presentazione di C.A. Mastrelli. Firenze, Istituto di Studi per l'Alto Adige, 1995, pp. IV + 315.
52) Le varietÓ dialettali dell'alta Brenta. Bilanci e prospettive. A. Biasetto, Dizionario tesino, Rovereto, Osiride, 1996, pp. 13-22.
53) Betulla. M. Pfister, Lessico Etimologico Italiano, V/53 (1996), coll. 1380-96.
54) Rec. a G. Antonioli - R. Bracchi, Dizionario etimologico grosino. Zeitschrift fŘr romanische Philologie, 113,3 (1997), pp. 511-23.
55) Lessico(logia) e morfologia. Lessicologia e lessicografia (Atti del Convegno della SocietÓ Italiana di Glottologia), Roma, Il Calamo, 1997, pp. 147-87.
56) Dal latino tardo al romanzo arcaico: aspetti diacronico-tipologici della flessione nominale. Sintassi storica (Atti del XXX Congresso della SocietÓ di Linguistica Italiana), Roma, Bulzoni, 1998, pp. 127-46.
57) Nota su Tiralli. Ladinia et Romania (Festschrift fŘr G.A. Plangg), Mondo Ladino, XXI (1997), pp. 165-78.
58) I dialetti alto-veneti. "Mes Alpes Ó moi". CiviltÓ storiche e comunitÓ culturali delle Alpi, a cura di Ester Cason Angelini. Fondazione G. Angelini - Centro Studi sulla Montagna / Regione del Veneto, 1998, pp. 185-200.
59) Alle origini dell'italiano. Dinamiche e tipologie della transizione dal latino. Roma, Carocci, 2000, pp. 226.


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter