1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Andrea Zanzotto

Andrea Zanzotto

Scrittore
(deceduto il 18 ottobre 2011)
- s.c.r 24 ottobre 1984, s.o. 19 luglio 2007

Pieve di Soligo (TV), 10 ottobre 1921. Laureato in lettere a Padova nel 1942.
Ha sempre insegnato nelle scuole medie della sua terra, pur frequentando gli ambienti culturali veneti, milanesi e romani. Laureato H.C. a Venezia, Trento e Torino.
Ha ottenuto, per la poesia, i premi Viareggio, Librex-montale, Feltrinelli-Accademia dei Lincei e il Premio Internazionale "Stadt Münster".
Le sue principali opere di poesia: Dietro il paesaggio (1951), Elegia e altri versi (1954), Vocativo (1957), IX Ecloghe (1962), La Beltà (1968), Gli sguardi, i fatti e senhal (1969), Pasque (1973), Filò (1976), Il Galateo in Bosco (1978), Fosfeni (1983), Idioma (1986), Meteo (1996), Sovrimpressioni (2001) sono edite da Mondatori di Milano, e - tranne la più recente - reperibili nell'edizione I Meridiani: A. Zanzotto, Le poesie e prose scelte (Mondatori, 1999).
Sono usciti presso Mondatori due volumi in cui vengono raccolti alcuni dei numerosi interventi e scritti critici: Fantasie di avvicinamento (1991) e Aure e disincanti nel Novecento letterario (1994).
Ha tradotto da Bataille, Leiris, Balzac e altri. Sue poesie sono leggibili in traduzione nelle principali lingue europee (antologie e singole opere).


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter