1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Mario Bonsembiante

Mario Bonsembiante

Professore emerito di Alimentazione e nutrizione animale nell'UniversitÓ di Padova
( deceduto il 28 dicembre 2009 )
- s.c. luglio 1976, s.e. 16 novembre 1989, s.e.s. 1 settembre 2008

Commemorazione tenuta da Giovanni Bittante [ Pdf - 136Kb]

Attività accademica
- Laureato in Scienze Agrarie presso l'Università di Padova il 4 maggio 1951.
- Dal 1951 al 1953 è assistente incaricato alla cattedra di Zootecnica Generale e, in data 16/1/53, vince il concorso di assistente ordinario.
- Nel 1959 consegue la libera docenza in Zootecnica Generale.
- Nel 1963 vince il concorso di Zootecnica Speciale e viene chiamato dalla Facoltà di Agraria dell'Università di Padova a ricoprire la cattedra di Zootecnica Generale.
- Dal 1963 al 1983 è direttore dell'Istituto di Zootecnica.
- Dal 1971 al 1976 e dal 1985 al 1987 è Preside della Facoltà di Agraria di Padova.
- Dal 1978 al 1979 è presidente del Comitato ordinatore della Facoltà di Agraria dell'Università di Udine.
- Dal 1979 al 1981 è Magnifico Rettore dell’Università di Udine.
- Dal 1986 copre la cattedra di Nutrizione e Alimentazione animale presso la Facoltà di Agraria dell’Università di Padova.
- Dal 1987 al 1993 è Magnifico Rettore dell'Università di Padova e nel periodo 1989-1990 è Presidente della Conferenza dei Rettori della Comunità Alpe-Adria.
- Il 9 giugno 2004 ottiene, dal Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, il titolo di Professore Emerito.

Attività didattica
- Negli anni accademici 1955-1958 svolge l’incarico di docente di Zoognostica;
- Dal 1958 al 1986 tiene il corso di Zootecnica Generale e dal 1964 al 1967 riceve anche l’incarico di Avicoltura e Coniglicoltura.
- Dal 1986 al 2000 tiene l’insegnamento di Nutrizione e alimentazione animale.
- Ha effettuato numerosi viaggi di studio all’estero e ha partecipato, con relazioni e comunicazioni, a congressi e convegni; ha fatto parte di diverse commissioni d’esame di concorsi per professore di I e II fascia, libera docenza e per l’assegnazione di borse di studio.

Attività scientifica
- L'attività scientifica è documentata da oltre 250 pubblicazioni e da 5 volumi dei quali è coautore.
- Nel settore della nutrizione animale ha fornito importanti contributi sperimentali agli studi della microflora ruminale, con particolare attenzione agli aspetti biochimici. Vanno ricordate in particolare le ricerche sul metabolismo energetico, sull’attività cellulosolitica a livello ruminale e quelle relative all’applicazione della spettrometria di massa nello studio degli scambi respiratori e dei processi fermentativi ruminali.
- Ha svolto ricerche sulle tecniche di pascolamento, sulle modificazioni della composizione chimica e nutrizionale dell’erba medica in funzione dello stadio vegetativo e sulle perdite di energia, di principi nutritivi e vitamine durante i processi di fienagione e del ß carotene in farine disidratate conservate in condizioni controllate.
- Ha fornito contributi sulla conoscenza delle caratteristiche chimiche e nutritive di vari alimenti e sull’effetto di integratori, additivi e sostanze auxiniche sia nell’alimentazione dei monogastrici che dei poligastrici.
- Ha promosso lo sviluppo degli allevamenti intensivi prima nel settore avicolo, innovando le tecniche di produzione, quindi in quello del vitellone, dove ha fornito contributi innovativi che hanno trovato ampia applicazione in varie aziende zootecniche.
- Si è dedicato allo studio dei metodi di miglioramento genetico, delle tecniche di riproduzione in alcune specie animali e dell’incrocio interrazziale al fine di individuare i tipi genetici più adatti alla produzione di vitelli di qualità.
- Ha studiato l’induzione e la sincronizzazione degli estri, dimostrando l’effetto positivo del beta-carotene nel migliorare la fertilità delle bovine e ha messo a punto nuove tecniche di allevamento della vacca nutrice per incrementare la disponibilità di vitelli.
- Ha effettuato numerose ricerche, di carattere tecnico-economico, studiando in particolare l’effetto delle diete ad libitum e del razionamento, utilizzando piani alimentari caratterizzati da differenti livelli nutritivi, sulle prestazioni produttive.
- Da alcuni anni si dedica ai problemi della gestione agricolo-ambientale delle aree di montagna.
- Ha affrontato temi relativi alla sicurezza alimentare: a tal proposito sono da ricordare gli studi sulla dinamica di assorbimento, ritenzione e trasferimento di sostanze radioattive nel latte e nella carne, sull’effetto delle fibre nell’alimentazione dei monogastrici e dei poligastrici e ancora sull’effetto del bicarbonato di sodio sul benessere animale e sulle produzioni zootecniche, quale regolatore dell’equilibrio acido-basico del sangue.
- Si è dedicato alle prospettive e al ruolo delle produzioni zootecniche in rapporto alle crescenti esigenze alimentari della popolazione umana sostenendo la necessità di sviluppare sistemi di allevamento ecocompatibili ed ha contribuito ad una maggiore conoscenza dell’evolversi, nel secolo scorso, dell’attività zootecnica nel territorio nazionale.
- Da alcuni anni si occupa delle biotecnologie nel settore agroalimentare.


Accademie e società scientifiche
- Dal 1966 è membro della Poultry Science Association Inc.
- Dal 1968 è socio corrispondente dell'Accademia Nazionale Economico Agraria dei Georgofili; nel 1965 diventa socio effettivo e quindi emerito nel 2000. Dal 2001 presiede la Sezione Nord-Est dell’Accademia dei Georgofili.
- Dal 1969 è membro della Società italiana di genetica agraria.
- Dal 1971 è socio corrispondente dell'Accademia nazionale di agricoltura di Bologna e nel 1980 ne diventa accademico ordinario.
- Dal 1973 è socio ordinario dell'Associazione scientifica di produzione animale di cui è stato socio fondatore.
- Dal 1974 è membro della Società italiana di scienze veterinarie.
- Dal 1976 è membro della Società italiana per il progresso della zootecnia.
- Dal 1976 fa parte dell'Istituto veneto di Scienze Lettere ed Arti di cui diventa membro effettivo dal 1989.
- Dal 1990 fa parte dell'Accademia galileiana di Scienze Lettere ed Arti ed è socio effettivo dal 1995.
- Dal 1991 è socio ordinario dell'Accademia olimpica di Vicenza.
- Dal 1992 è membro dell’Engineering Academy of Saint Petersburg.

Incarichi editoriali
- Dal 1968 al 1985 è membro del Comitato scientifico ed editoriale della rivista "Zootecnica e Nutrizione Animale" (Edagricole, Bologna).
- Dal 1969 al 1987 è presidente del Comitato scientifico della rivista "Agricoltura delle Venezie" (Ed. Consulta per l’agricoltura e le foreste delle Venezie).
- Dal 1977 al 1987 è vicepresidente del Comitato editoriale del periodico "Scienza e Cultura-Informazione dell'Università di Padova" (Edizioni Universitarie Patavine).
- Dal 1978 al 1987 svolge attività di consulenza presso la Liviana Editrice.
- Nel 1982 è stato curatore del volume “Il mais” (Ed. Liviana – Padova).

Incarichi istituzionali
- Dal 1965 al 1983 è membro della Commissione tecnica centrale del Libro Genealogico della razza Bruna Alpina e dal 1957 al 1987 di quello della “Pezzata Rossa Friulana”.
- Dal 1965 al 1976 fa parte del Consiglio di amministrazione dell’Istituto zooprofilattico sperimentale delle Venezie.
- Dal 1969 al 1987 è presidente della Consulta per l’agricoltura e le foreste delle Venezie.
- Dal 1974 al 1986 presiede il Comitato scientifico dell’Istituto interregionale per il miglioramento del patrimonio zootecnico della Regione Veneto.
- Nel 1978 viene designato dal Ministero dell’Agricoltura e delle Foreste componente del gruppo di lavoro della Comunità Economica Europea per la definizione del programma di miglioramento della produttività dei bovini da carne (Beef Committee).
- Dal 1978 al 1983 è presidente dell’Associazione regionale dei laureati in Scienze Agrarie.
- Dal 1982 al 1988 partecipa alla Commissione tecnica centrale del Libro Genealogico del Cavallo Agricolo Italiano da Tiro Pesante Rapido.
- Nel 1982 viene nominato componente effettivo del Consiglio superiore dell’agricoltura e del Comitato consultivo permanente per lo studio dei problemi dell’alimentazione del bestiame presso il Ministero dell’Agricoltura;
- Nel 1982 è nominato coordinatore dell’Unità operative dell’area problema 1.12 “Analisi delle basi biologiche delle tecnologie di allevamento e produzione” nell’ambito del Progetto finalizzato “IPRA” del CNR.
- Dal 1987 al 1993 è presidente del Consorzio Padova Ricerche e dal 1995 al 1997 coordinatore del Comitato tecnico-scientifico dello stesso.
- Dal 1987 al 1999 presiede la Fondazione Universitaria “Aldo Gini”, incarico che gli viene nuovamente affidato nel novembre 2002.
- Dal 1988 al 1996 è membro del Consiglio d’amministrazione e della Giunta esecutiva del Consorzio universitario organizzazione aziendale (CUOA).
- Dal 1991 al 1996 è presidente del Comitato scientifico della Fondazione Angelini.
- Dal 1991 al 1999 partecipa al Consiglio d’amministrazione della Società Veneto Innovazione e dal 1993 al 1999 al Comitato esecutivo della stessa.
- Dal 1993 al 1998 è membro del Comitato scientifico dell’Istituto Agrario S. Michele all’Adige.
- Dal 1993 al 2003 fa parte del Consiglio direttivo del Parco nazionale delle Dolomiti bellunesi.
- Dal 1996 al 1998 è Consigliere della Fondazione Angelo Minich-Fondo dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti.
- Dal 1998 al 1999 è presidente del Comitato scientifico di “Bionova”, manifestazione culturale promossa dalla Fiera di Padova, e dal 2000 al 2003 è membro di tale Comitato.
- Dal 2000 al 2003 è membro del Consiglio di amministrazione del Parco scientifico e tecnologico Galileo e dal 2001 al 2005 fa parte del Comitato tecnico-scientifico dell’Ente Parco regionale dei Colli Euganei.
- Dal 2002 al 2003 fa parte del Comitato dei garanti nominato dal MIUR per valutare proposte di interesse nazionale ed è iscritto all’Albo degli esperti per la valutazione di progetti e programmi tecnico-scientifici e dell’Albo dei revisori per la valutazione di progetti di ricerca finanziati dall’Ateneo di Padova.
- Nel 2002 viene nominato dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri componente del Gruppo di lavoro per l’elaborazione del Piano operativo nazionale di sviluppo delle biotecnologie in Italia e nel 2004 Coordinatore del Comitato Tecnico Scientifico della Regione Veneto per il monitoraggio, la valutazione e l’indirizzo delle linee di ricerca nel settore delle biotecnologie.
- Dal dicembre 2004 è Presidente del Consiglio di Amministrazione della Fondazione per la Ricerca Biomedica Avanzata (Organizzazione non lucrativa di utilità sociale).

Incarichi professionali
- Dal 1971 al 1979 è consigliere di amministrazione della Latteria cooperativa di Busche e dal 1979 al 1989 è membro del Collegio sindacale della stessa cooperativa.
- Dal 1974 al 1987 è membro del CdA della Sofma SpA (Società funivie Marmolada).
- Dal 1993 al 1996 partecipa al Consiglio di amministrazione della Banca Popolare Veneta e dal 1995 al 1996 al Comitato esecutivo della stessa.
- Dal 1993 al 1997 è consigliere di amministrazione delle Acciaierie e Ferriere Vicentine Beltrame SpA.
- Dal 1994 al 1997 partecipa al Consiglio di amministrazione della SIT La Precisa srl.
- Dal 1998 al 2004 fa parte del Consiglio direttivo dell’Ente “I Solisti Veneti”.
- Dal 2001 al 2005 è membro del Consiglio di amministrazione della Nordest Merchant Bank della Banca Popolare di Vicenza.
- Dal 2003 al 2005 fa parte del Consiglio di Amministrazione della Fondazione per l’Università e l’Alta Cultura in provincia di Belluno.
- Dal 2004 al 2006 è presidente di Certottica scarl, Istituto italiano per la certificazione dei prodotti ottici.
- Dal 2005 è membro del Consiglio di Amministrazione della BPVI Fondi sgr (gruppo Banca Popolare di Vicenza).
- Da marzo 2006 è membro del Consiglio di Amministrazione della Banca Popolare di Vicenza.

Premi e riconoscimenti
- Nel 1959 riceve il premio del Presidente della Repubblica per gli studi sul metabolismo del rumine.
- Nel 1976 ottiene l’onorificenza di commendatore; nel 1980 quella di grande ufficiale e nel 1993, dal Presidente della Repubblica, il titolo di Cavaliere di Gran Croce.
- Nel 1977 riceve, dal Ministero della Pubblica Istruzione, il diploma di 1a classe e la medaglia d’oro quale benemerito della Scuola, della cultura e dell’arte.
- Nel 1980 riceve, dall’Ente autonomo Fiere di Foggia, il premio al merito della tecnica agricola.
- Nel 1981 riceve il premio per la Stampa agricola del Veneto.
- Nel 1989 viene premiato con l’Agordino d’oro “per avere operato un significativo progresso culturale in favore dell’Agordino”.
- Nel 1990 viene nominato “Padovano eccellente”.
- Nel 1991 riceve, dalla Famiglia feltrina, il premio SS. Vittore e Corona.
- Nel 1996 viene insignito, dall’Associazione italiana allevatori, dell’Uovo d’oro “per il suo fondamentale contributo allo sviluppo e al progresso delle discipline zootecniche”.
- Nel 1997 vince il premio “Lazzaro Spallanzani” al merito scientifico.
- Nel 1998 riceve, dall’Accademia dei Georgofili, il premio nazionale della Fondazione Carlo e Giulio Marchi “per avere contribuito al progresso delle scienze zootecniche e formato una validissima scuola”.


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter