1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Giorgio Modena

Giorgio Modena

Professore giÓ ordinario di Chimica organica nell'UniversitÓ di Padova
(deceduto il 13 luglio 2011)
- s.c.r. 8 luglio 1983, s.e. 4 agosto 1998, s.e.s 1 settembre 2007

>Nasce in Ancona il 15 Marzo 1924. Diplomato (Liceo Classico Rinaldini di Ancona) nel luglio 1942, ha iniziato gli studi chimici nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, dando alcuni esami presso l'Universit? di Camerino ma laureandosi in Chimica Industriale a Bologna, con il prof. Andrisano, nel 1947. Ha quindi iniziato la sua carriera scientifica come assistente, professore incaricato e poi come libero docente (1954) nel gruppo del Prof. Angelo Mangini. Nel 1957, primo tra tutti gli assistenti del prof. Mangini, tramite anche i buoni rapporti tra il Prof. Mangini ed il Prof. Christopher Ingold, trascorse un anno (Febbraio-Dicembre) presso l'University College, London, lavorando con il Dr. Vernon. Nell'anno accademico 1962-63 fu nominato Direttore dell'Istituto di Chimica Organica dell'Universit? di Bari e, nell'anno accademico successivo, terminate le estenuanti pratiche del Concorso a Prof. Ordinario dell'Universit? di Sassari, finalmente nominato Professore di Chimica Organica e Direttore dell'Istituto di Chimica Organica dell'Universit? di Bari. Negli anni seguenti creò un gruppo di bravi collaboratori e dette con loro vita ad un centro di ricerca, nel campo dello studio dei Meccanismi di Reazione, che ben presto acquistò una buona visibilit? internazionale. Si interessò anche attivamente dei problemi dell'Universit? di Bari (fu membro del Consiglio di Amministrazione) e degli Studi Chimici (fu membro della Commissione incaricata di studiare l'introduzione del Dottorato in Italia, della commissione incaricata di premere sul CNR per il riconoscimento degli studi sui meccanismi di reazione). Fondò e diresse la locale sezione della Societ? Chimica Italiana (1966-67).Nel 1967 fu chiamato a coprire la cattedra di Chimica Organica Superiore presso l'Universit? di Padova dove restò, poi, come Professore Ordinario di Chimica Organica fino al suo pensionamento nel 1999. Nel Maggio 2000 fu nominato Professore Emerito dell'Universit? di Padova.
Dal suo arrivo a Padova molti gli inviti a trascorrere periodi di studio all'estero: 1969 Visiting Professor, Brown University, Provence R.I., USA ; 1973 Visiting Professor, Universit? di Gerusalemme, Israel; 1978 Visiting Professor, University of Alberta, Edmon- ton, Canada; 1980 Visiting Professor, Texas Tech. University, Lubbock, Texas, USA

A Padova ricevette dal CNR la nomina a Direttore del Centro CNR di Studio sui Meccanismi delle Reazioni Organiche che diresse dal 1971 al 1996. Questa nomina coronava gli sforzi di molti anni e definiva pi? precisamente il suo settore di attivit? di ricerca: l'attivit? del Centro ha negli anni dato rinomanza al gruppo organico operante nell'Universit? di Padova.

E’ continuata l'attivit? di promozione della chimica a livello nazionale ed internazionale: è stato Presidente (1974-77) della Divisione di Chimica Organica della Societ? Chimica Italiana; Vice-Presidente della Societ? Chimica Italiana (1978-80); Presidente della Sezione Veneto della SCI (1980-91); in ambito internazionale è stato membro del Comitato della Divisione di Chimica Organica della IUPAC (1975-1983 e 1985-1987) , Presidente della Divisione di Chimica Organica (1983-85) ed infine è stato eletto nel Bureau della IUPAC per il periodo 1987-1995. Durante l'ufficio nella IUPAC ha anche coordinato la delegazione italiana alle riunioni del Council della IUPAC fino al 1997.

Dal 1981 al 1988 è stato Presidente del Comitato Scienze Chimiche del CNR: è stata questa una posizione di grande responsabilit? per la politica della ricerca e per i finanziamenti assegnati alla chimica: naturalmente gestire queste posizioni di responsabilit? con il suo senso di responsabilit? verso la cosa pubblica non gli portò sufficiente consenso per una sua rielezione.

Nel campo delle attivit? editoriali è stato membro del comitato di redazione di: Nouveau Journal de Chemie; Review of Chemical Intermediates; e Phosphorus, Sulfur and Silicon. E’stato Direttore della Gazzetta Chimica Italiana dall'anno 1997 alla chiusura di questa rivista (1999). E’ stato Editor (Italiano) dell’ "European Journal of Organic Chemistry" (dal suo inizio (1998) sino al 31 Ottobre 2000).

E’ stato membro dell'Istituto Veneto (Venezia) di SS.LL.ed AA. e dell'Accademia delle Scienze (Accademia dei XL, Roma), e dell'Accademia dei Lincei (Roma), e dell' Accademia Galileiana di Padova, e della Accademia Pugliese delle Scienze, Bari, 1967.

Ha ricevuto la Medaglia d'oro dei benemeriti della Scuola, della Cultura e dall'Arte (1982) e la Medaglia "Cannizzaro" (1984) della Societ? Chimica Italiana e la Medaglia "A.Mangini" (1991) della Divisione di Chimica Organica . della SCI.
Nel 1994 ha ricevuto la Medaglia IUPAC, nel 12? Convegno di Chimica Fisica Organica della IUPAC.

E’ stato Membro delle Societ? Chimica Italiana, della Royal Chemical Society (London), e della American Chemical Society.

È stato autore di oltre 300 note scientifiche e reviews nel campo dello studio dei "Meccanismi di Reazioni Organiche" e della Sintesi chimico-organiche: reazioni nucleofile in alogeno-etileni attivati, chimica dei cationi vinilici, ioni tiirenio e tiiranio, reazioni di riduzione dei solfossidi, comportamento alla protonazione di basi deboli, ossidazione con composi perossidici, sintoni per reazioni pericicliche, ecc. Le pubblicazioni sono state, a parte i primissimi anni, prevalentemente pubblicate in Inglese e, in generale, stampate in riviste Inglesi ed Statunitensi.

Muore a Padova il giorno 13 luglio 2011, meno di tre settimane dopo la scomparsa della moglie Franca.


 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter