Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa
Fredolino Mattarolo

Fredolino Mattarolo

Professore emerito di Fisica tecnica dell'UniversitÓ di Padova
(deceduto il 16 settembre 2010)
- s.c. 23 luglio 1980, s.e. 27 dicembre 1990, s.e.s 1 settembre 2007

Commemorazione tenuta da Pierfrancesco Brunello [ Pdf - 180 Kb].

Lino Mattarolo nasce a Bassano del Grappa nel 1920 e nel 1942 si laurea in Matematica presso l’Università di Padova. Dopo l’8 settembre 1943 interrompe il servizio militare e ritorna a Padova, iscrivendosi a Fisica e laureandosi nel 1944. Nei quattro anni successivi è professore di Matematica e Fisica presso il Liceo Parolini di Bassano. Inizia quindi l’attività accademica presso la Facoltà di Ingegneria dell’Università di Padova come Assistente Ordinario di “Fisica Tecnica” ed applica subito le sue competenze matematiche per affrontare anche su basi teoriche la Termodinamica Applicata e la Trasmissione del Calore, discipline che fino ad allora, almeno a Padova, avevano avuto un carattere essenzialmente sperimentale. Su queste premesse si sviluppa una carriera brillante e molto rapida, anche per quei tempi: è Assistente Ordinario nel 1949, Libero Docente nel 1954, Professore Straordinario nel 1956, Ordinario di “Termodinamica Applicata” nel 1959, Ordinario di “Fisica Tecnica” dal 1963 fino alla quiescenza nel 1996. I campi di attività scientifica di Lino Mattarolo sono stati non solo la Termodinamica Applicata e la Trasmissione del Calore, ma anche e soprattutto la nascente Tecnica del Freddo, vista dal punto di vista sia teorico, sia applicativo. Proprio in relazione a ciò, oltre che Direttore dell’Istituto di “Fisica Tecnica” per vent’anni dal 1963 al 1983, è stato Direttore dell’Istituto per la Tecnica del Freddo del CNR dal 1968 al 1983, Presidente del Sottocomitato 7 “Macchine e Impianti Frigoriferi e Criogenici” del Comitato Termotecnico Italiano dal 1964 al 1990, Presidente della Commissione Italiana per il Freddo del CNR dal 1976 al 1984. La parte più prestigiosa della sua attività si è comunque svolta in seno all’”International Institute of Refrigeration” di Parigi: è stato infatti Presidente della Commissione B1 “Thermodynamics and Transfer Processes” dal 1967 al 1971, vicepresidente del Consiglio Scientifico dal 1971 al 1975, Presidente del Consiglio Scientifico dal 1975 al 1983, Presidente d’Onore dal 1983. La sua attività didattica, sostenuta da libri di testo di grande successo in molti Atenei italiani, si è sempre distinta per un’esemplare chiarezza ed essenzialità e ha contribuito a formare intere generazioni di studenti in diversi campi dell’ingegneria, non pochi dei quali sono poi anch’essi entrati a far parte del mondo accademico. Per i suoi meriti accademici e scientifici, il prof. Mattarolo è stato socio effettivo dell’Istituto Veneto di Scienze, Lettere e Arti di Venezia, socio effettivo dell’Accademia Galileiana di Padova, socio ordinario dell’Accademia Olimpica di Vicenza; inoltre, nel 1977 è stato insignito dal Presidente della Repubblica della Medaglia d’oro dei benemeriti della Scuola, della Cultura e dell’Arte.


 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito