Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa
Francesco Sassi

Francesco Sassi

Professore gi? ordinario di Petrografia nell'UniversitÓ di Padova
(deceduto il 23 aprile 2016)
- s.c.r. 12 settembre 2000, s.e. 27 settembre 2006, s.e.s. 1 settembre 2015

Nato il 6.7.1935 a Salandra (Matera), dopo aver svolto tutti i suoi studi pre-universitari a Matera, ha svolto l'intera sua carriera universitaria a Padova, ove si è laureato in Scienze Geologiche.
Dopo aver occupato varie posizioni nell'Istituto di Mineralogia, ed aver tenuto per incarico il corso di Geochimica dal 1968 al 1976, fu chiamato a coprire la Cattedra di Petrografia nel 1976.
ATTIVITA' DI RICERCA
È autore o coautore di circa 200 pubblicazioni, gran parte delle quali pubblicate su periodici stranieri. Inoltre è stato editore e co-editore di 13 volumi sui basamenti cristallini sudeuropei (1979-1994), 2 sulla geologia della Somalia (1993), 1 sui domini geodinamici della Tetide Alpino-Himalayana (1997), 2 sulle miche (2001 e 2002), 1 sulla geochimica e petrovolumetria della crosta terrestre in 9 siti Italiani (2003).
I temi principali delle ricerche scientifiche svolte sono:
- il significato petrologico delle miche chiare sodico-potassiche;
- il significato petrologico delle cloriti metamorfiche;
- gli eventi petrogenetici pre-alpini nella fascia mediterranea con particolare riguardo alle Alpi Orientali;
- i basamenti cristallini della Somalia.
Ha compiuto numerosi soggiorni di studio all'estero nell'ambito di collaborazioni scientifiche, ed è stato membro di importanti commissioni di studio di organismi internazionali.
Ha coordinato un Progetto Nazionale MURST 1998-1999, ed è stato fin dal 1982 Coordinatore Nazionale di parecchi grossi progetti MURST (40%). Inoltre, è stato Responsabile di due grossi progetti internazionali (1976-1987 e 1988-1996), nell'ambito dei quali oltre 200 studiosi di una ventina di nazioni hanno studiato l'evoluzione prealpina e la rielaborazione alpina dei basamenti della Tetide in Europa e in Asia.
Inoltre, è coautore di due testi universitari di largo uso in Italia (UTET, 1987 e 1994).
COMPITI ORGANIZZATIVI
Direttore dell'Istituto di Mineralogia e Petrologia (1976-1979 e 1987-1988) e dell'omonimo Dipartimento (1988-1990).
Coordinatore del Corso di Dottorato di Scienze della Terra (1982- 1988).
Presidente del Consiglio di Corso di Laurea in Sc. Naturali (1990-1991).
Direttore del Centro di Studio di Geodinamica Alpina del CNR (1991-15.4.1999).
Ha organizzato e presieduto 9 convegni scientifici internazionali.
E' stato Chief Editor dell'European J. of Mineral. (1988-1995), ed è tuttora membro del Comitato di Redazione di alcune riviste italiane e straniere. Inoltre è stato Presidente della Società It. di Miner. e Petrol., e della Federaz. It. di Scienze della Terra, di cui è ora Presidente Onorario.
E' stato eletto Preside della Facoltà di Scienze Matematiche, Fisiche e Naturali dell'Università di Padova per il triennio 2000-2002.
- E' stato nominato Pro-Rettore Vicario dell'Università di Padova per I'A.A. 2000-2001. - E’ Accademico dei Lincei (c. dal 1988, n. dal1997). - Ha ricevuto nel 1995 il Premio del Presidente della Repubblica per le Scienze Fisiche, Matematiche e Naturali.