Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa
Fernando Bandini

Fernando Bandini

Poeta e scrittore, gi? professore ? associato di Stilistica e Metrica italiana nell'UniversitÓ degli Studi di Padova
(deceduto il 25 dicembre 2013)
- s.c.r. 19 luglio 2007, s.c.s. 1 settembre 2011.

Nato nel 1931, ha insegnato nelle scuole elementari e poi è stato docente di Metrica e di Filologia romanza all'università di Padova e quindi di Letteratura moderna e contemporanea a Ginevra. La sua prima raccolta, “In modo lampante”, è stata edita nel 1962 da Neri Pozza. Sono seguite “Per partito preso” (1965) e poi, nella collana "Lo Specchio" di Mondadori, “Memorie del futuro” (1969) e “La mantide e la città” (1978). Nel 1985 ha pubblicato “Il ritorno della cometa”, e nel 1994 “Santi di Dicembre” (Garzanti), seguita nel 1998 da “Meridiano di Greenwich” e nel 2007 da “Dietro i cancelli e altrove”. Bandini è stato poeta trilingue - in italiano, in vicentino e in latino -, con versi garbati e ironici, non limitando i suoi materiali alle piccole cose quotidiane, che pure popolano una lingua così cantabile come poche altre nel secondo Novecento. La sua scelta di utilizzare il latino come lingua poetica era dovuta non tanto al fatto che fosse una lingua morta, ma perché, al di là del tempo, è capace, talvolta, di cogliere l'universale meglio dell'italiano. Il latino che serve uno scopo, come il vicentino, che a lui appariva in un rapporto di antica parentela con la lingua di Orazio. Bandini affermava: ?Il dialetto sembra una lingua materna, che non rientra in una cultura letteraria. Ma è vero fino a un certo punto. I nostri poeti dialettali grondano letterarietà. Dal friulano Pier Paolo Pasolini al lucano Albino Pierro?. E’ stato amico e collega di Goffredo Parise e Luigi Meneghello, di Andrea Zanzotto e di Mario Rigoni Stern. Dal 1995 al 2001 è stato direttore dell’Istituto per le Lettere, la Musica e il Teatro veneti della Fondazione Giorgio Cini e dal 2003 al 2011 Presidente dell’Accademia Olimpica di Vicenza.
(Parti del testo sono state tratte da repubblica.it) ADDIO A BANDINI IL POETA VENETO CHE SCELSE IL LATINO Francesco Erbani (27 dicembre 2013)


 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito