1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

I sonetti di Shakespeare

Mercoledì 20 gennaio 2016 - ore 16:00

Sergio Perosa parlerà dei "Sonetti" di Shakespeare come dramma (perl'inizio dell'anno shakespeariano, 400° anniversario della sua morte)

 
Immagine di William Shakespeare
William Shakespeare

William Shakespeare, poeta e drammaturgo inglese; è il più noto e celebrato della sua epoca, e tuttora il più rappresentato sulle scene a livello internazionale.
Nasce a Stratford-on-Avon nel 1564, terzo di otto fratelli, da John, commerciante, e Mary Arden, discendente da una famiglia di proprietari terrieri. A soli diciotto anni sposa Anne Hathaway, di otto anni più grande, da cui ha tre figli: Susanna e i gemelli Judith e Hamnet, quest'ultimo deceduto a soli undici anni.
Poco è documentato della sua vita giovanile, è certo però che nel 1592 fosse già affermato a Londra come attore e drammaturgo. 
Gli anni dal 1593 al 1594 vedono la sospensione delle rappresentazioni nei teatri londinesi a causa della peste, ma Shakespeare prosegue nella sua attività di scrittore: è in questo periodo infatti che pubblica i poemetti Venus and Adonis e The rape of Lucrece, dedicati al Conte di Southampton, suo nobile protettore.
Nel 1594 contribuisce a fondare la compagnia teatrale "The Lord Chamberlain's Men", di cui in seguito diventa anche azionista. La compagnia, di cui fa parte anche il celebre Richard Burbage, raggiunge una tale popolarità che, dopo la morte della regina Elisabetta, viene adottata dal nuovo monarca, Giacomo I, assumendo così il titolo di "The King's Men".
L'acquisto della piccola tenuta di New Palace a Stratford e l'ottenimento, da parte del padre John, del titolo di gentleman, da perpetuarsi ai discendenti, testimoniano il prestigio e la ricchezza acquisiti dall'autore nel periodo trascorso a Londra. Vari registri legali, che documentano transazioni, testimoniano infatti l'accresciuta disponibilità economica di Shakespeare, che nella compagnia teatrale di cui è stato cofondatore, oltre alle attività di drammaturgo e attore, svolge anche quella di amministratore. I successi ottenuti con i drammi storici e le commedie romantiche consentono alla compagnia di dotarsi di un proprio teatro: nell'estate del 1599 viene così inaugurato il Globe, il cui motto è "Il mondo intero è teatro".  Sfortunatamente, nel giugno del 1613, a causa di una salve di artiglieria esplosa come effetto scenico dell'Henry VIII, il teatro viene irreparabilmente distrutto da un incendio.
In effetti poco si conosce della vita privata di Shakespeare: le note biografiche che lo riguardano derivano per lo più dalla documentazione di atti e registri di vario genere.
Intorno al 1611 si ritira a Stratford, dove muore nel 1616. Viene sepolto nel coro della chiesa parrocchiale (Holy Trinity Church) non in virtù della sua fama, ma grazie al pagamento di una quota di 440 sterline.
Dopo la sua morte, R. Burbage, J. Heminge e H. Condell si incaricano di raccogliere i suoi scritti teatrali. Impresa ardua, in quanto le compagnie non consentivano la stampa dei copioni usati a teatro, che erano redatti in copia unica e subivano in seguito revisioni e adattamenti da parte degli stessi attori che li mettevano in scena. Nel 1623 vede la luce il volume Mr. William Shakespeares comedies, histories & tragedies, contenente tutti i copioni da loro recuperati.
La sua produzione letteraria annovera, oltre alle numerose opere teatrali (12 tragedie, 17 commedie, 10 drammi storici), alcune opere poetiche: Sonnets, Venus and AdonisThe rape of Lucrece, A lover's complaint (di dubbia attribuzione),The passionate pilgrim, The phoenix and turtle.

(Immagine tratta da: https://en.wikipedia.org/wiki/Droeshout_portrait; Licenza Creative Commons.)

 
 
Immagine di Sergio Perosa
Sergio Perosa

Sergio Perosa è Professore emerito di Letteratura anglo-americana dell'Università Ca' Foscari di Venezia.
Laurea in Lingue e Letterature straniere, Università di Venezia, 1957; specializzazione, Princeton University, 1957-58 e Indiana School of Letters, 1958.
Dal 1968, cattedra di Letteratura Anglo-americana, Università di Venezia, dov' è stato Direttore del Seminario di inglese (1966-83), Preside della Facoltà  di Lingue e Letterature straniere (1987-1990), dov' è Direttore del Dottorato di ricerca in Anglistica dal 1985, e dal 1997 Direttore del Dipartimento di studi anglo-americani e ibero-americani.
È stato, fra l'altro, Fulbright Fellow, 1957-58; Salzburg Seminar Fellow, 1961, Harvard International Seminar Fellow, 1964, ACLS Fellow, 1970-71; Visiting Professor of English, Princeton University, 1974-5; New York Unuversity, 1978 (Berg Professor), 1984, 1991, 1993, 1996, 1999.
Ha tenuto conferenze e seminari in tutte le principali università . 
Dal 1969, è collaboratore della Terza pagina del "Corriere della Sera".
È stato Presidente dell'Ateneo Veneto (1979-83) e della European Association for American Studies (1979-81); è membro dell'Accademia Olimpica, dell'Accademia dei Concordi, della Societé Européenne de Culture, del P.E.N. Club.
Ha diretto gli "Annali di Ca' Foscari" (1970-80), la "Rivista di Studi Anglo-Americani" (1981-1995); direttore scientifico dell'edizione Garzanti del "Tutto Shakespeare" (1993-2000).
L'elenco completo delle sue pubblicazioni è consultabile al link:
http://www.istitutoveneto.it/flex/FixedPages/Common/accademici.php/L/IT/IDS/110

 
 
Approfondimenti

da Treccani: Shakespeare, William
da Wikipedia: William Shakespeare

Link
 
 
 
 
 
  1. Calendario
  2. Divulgazione
  3. Video
  4. Banca Dati Lagunare Ambientale
  5. Pubblicazioni dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
  6. Collaborazioni nazionale e internazionali
  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter