1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Wittenberg 1517

Intorno a Dürer: incisioni tedesche dell'età della Riforma

15 novembre - 10 dicembre 2017
Palazzo Loredan

Mostra d'Arte
organizzata dall'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
in occasione del cinquecentenario dalla Riforma luterana

A cura di
Giovanni Maria Fara

Catalogo edito dall'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Orario
da lunedì a venerdì, dalle 10.00 alle 17.00
Apertura straordinaria martedì 21 novembre, venerdì 8, sabato 9, domenica 10 dicembre
dalle 10.00 alle 17.00
Ingresso libero

Questa mostra è un percorso intorno a un ricco e composito nucleo di stampe nordiche, raccolte da Teodoro Correr e ordinate in volume nel 1859 da Vincenzo Lazari. Più specificamente, la mostra riunisce un numero consistente di fogli intorno a un tema ben preciso: le incisioni tedesche nell'età della Riforma, dal 1498 al 1540 circa, attraverso una selezione mirata di opere distribuite in cinque evocative sezioni:
I. «Apochalipsis cum figuris»;
II. Dürer - Cranach (1496-1509);
III. Il «tono medio grafico»;
IV. Dürer e l'acquaforte;
V. Ritratti della Riforma.

 
Albrecht Dürer, La visione dei Sette Candelabri, ca. 1496-1498. Venezia, Museo Correr, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe
Albrecht Dürer, La visione dei Sette Candelabri, ca. 1496-1498. Venezia, Museo Correr, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe

Tenendo necessariamente conto della consistenza del volume del Museo Correr, si è quindi costruito un percorso espositivo intorno alla figura, artisticamente dominante, di Albrecht Dürer, con importanti ricadute su Lucas Cranach il Vecchio; un decisivo legame artistico basato su evidenti ragioni cronologiche e di stile, che viene celebrato già nelle fonti coeve (Christoph Scheurl, Filippo Melantone, Johann Stigel). Per entrambi, un legame anche nei confronti della Riforma, diventando da subito Cranach il principale interprete a stampa delle nuove idee luterane, con un conseguente influsso sulla produzione di Dürer nel corso del terzo decennio del XVI secolo.
La Riforma fa da sfondo a questa esposizione, non solo dal punto di vista cronologico. Dal punto di vista tematico sono soprattutto la prima e l'ultima sezione a rendere conto di ciò: se nella quinta sezione questo rimando è del tutto evidente, per quanto riguarda la prima sezione si può sostenere che tanto le illustrazioni di Cranach dell'Apocalisse nella traduzione del Nuovo Testamento da parte di Lutero - la prima vera Bibbia protestante pubblicata a Wittenberg nel settembre 1522 (e per questo chiamata Septembertestament) - quanto quelle di Hans Holbein nell'edizione della Bibbia stampata a Basilea nel 1523, siano una diretta conseguenza dei prototipi düreriani esposti in mostra (noti, per quanto riguarda il solo Holbein, anche attraverso la mediazione dell'edizione veneziana di Alessandro Paganini, che continuò a esercitare il suo influsso pure nei fogli dell'Apocalisse che illustrano la versione italiana di Antonio Brucioli, stampata a Venezia da Lucantonio Giunti nel 1532).         

 
Albrecht Dürer, Filippo Melantone. Venezia, Museo Correr, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe
Albrecht Dürer, Filippo Melantone. Venezia, Museo Correr, Gabinetto dei Disegni e delle Stampe

Tutte le ventuno opere esposte provengono quindi da questo volume Correr, con la sola significativa eccezione del libro dell'Apochalypsis Ihesu Christi, stampato a Venezia da Paganini nel 1516, di cui si espone lo splendido esemplare conservato nella Fondazione Cini.             
Una mostra di incisioni, che permette di far conoscere il livello straordinariamente alto della grafica tedesca nell'età della Riforma e, allo stesso tempo, di fornire i risultati di una prima indagine conoscitiva sulla reale consistenza del volume Correr, in cui sono riunite impressioni antiche e tirature più tarde, che documentano la persistente fortuna del prototipo.

 
 
 

Rassegna stampa

 
 
 
 
  1. Calendario
  2. Divulgazione
  3. Video
  4. Banca Dati Lagunare Ambientale
  5. Pubblicazioni dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
  6. Collaborazioni nazionale e internazionali
  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter