Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa
Egidio Ivetic

Egidio Ivetic

Professore associato di Storia moderna nell'UniversitÓ degli Studi di Padova 

- s.c.n.r. 30 maggio 2012; s.e. 26 maggio 2016 
Nato a Pola nel 1965, si Ŕ laureato in Lettere (Storia moderna) all'UniversitÓ degli Studi di Padova nel 1990, con il massimo dei voti e la lode. Dopo gli studi di slavistica nella medesima universitÓ, ha svolto il dottorato di ricerca in Storia sociale europea presso l'UniversitÓ Ca' Foscari di Venezia e ha conseguito, nel 1998, il titolo di Dottore di ricerca nella sede dell'UniversitÓ degli Studi di Milano dinanzi a commissione nazionale. Dal 2000 insegna Storia dell'Europa orientale nell'UniversitÓ degli Studi di Padova, prima a contratto, poi come ricercatore universitario di Storia moderna. Dal 2014 insegna Storia dell'Europa moderna. Ha collaborato a progetti di ricerca internazionale che hanno segnato gli studi storici dell'area post jugoslava negli ultimi due decenni, tra cui Triplex Confinium International Research Project (UniversitÓ di Zagabria) e The Scholars Initiative: Resolving the Yugoslav Controversies (Purdue University, West Lafayette, Indiana, Stati Uniti). ╚ stato coordinatore dell'UniversitÓ di Padova nelle reti accademiche europee Cliohnet2 (2005-2008) e Cliohworld (2008-2011), rispettivamente Socrates Programme ed European Erasmus Thematic Network. Dal 2011 rappresenta l'UniversitÓ di Padova nella task force Culture, Arts and Humanities del Coimbra Group Universities. ╚ stato referente del Rettore dell'UniversitÓ di Padova per i rapporti accademici con i paesi dell'Europa orientale dal 2010 al 2015. Particolarmente intensa ?a collaborazione con le universitÓ di Belgrado, di Zagabria, di Lubiana e con altre istituzioni di ricerca storica nell'Europa sud-orientale. ╚ membro di comitati scientifici per diverse riviste di storia e per i progetti di ricerca d'interesse nazionale in Italia, Croazia e Serbia. Sin dal 1990 Ŕ impegnato nella promozione della ricerca storica presso la comunitÓ degli italiani rimasti in Slovenia e Croazia, di cui Ŕ membro attivo.
I suoi studi riguardano la storia dell'Europa sud-orientale e dell'Adriatico, come regioni storiche e di frontiera tra Mediterraneo ed Europa, tra contrapposti modelli di civiltÓ e progetti nazionali. Nello specifico: il caso dell'Istria; i domini adriatici di Venezia; i Balcani occidentali come triplice confine tra civiltÓ; Italia e Slavia nell'Adriatico orientale; le guerre balcaniche del 1912-1913; la storia dell'idea jugoslava; l'identitÓ nazionale croata; Iskrice, il capolavoro illirico (serbo-croato) di Niccol˛ Tommaseo, del quale ha redatto l'edizione critica. 
╚ socio della SocietÓ italiana per la Storia dell'etÓ moderna, dell'Associazione Italiana di Studi del Sud-Est Europeo, dell'Associazione italiana studi di Storia dell'Europa centrale e orientale, della SocietÓ dalmata di Storia patria (Consiglio direttivo) e della SocietÓ istriana di archeologia e Storia patria; Ŕ socio corrispondente della Deputazione di Storia patria per le Venezie e della Deputazione di Storia patria per la Venezia Giulia. ╚ membro del Centro Interuniversitario di Studi Ungheresi e sull'Europa Centro-Orientale.. Ha ottenuto il Premio Roberto Cessi 2002 della Deputazione di Storia Patria per le Venezie e il Premio Antonio e Ildebrando Tacconi 2011 dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti, Venezia.
Ha pubblicato oltre 70 saggi e le monografie: 
La popolazione dell'Istria nell'etÓ moderna, Trieste-Rovigno, Centro di ricerche storiche Rovigno, Unione Italiana Fiume, UniversitÓ popolare Trieste, 1997; 
Oltremare. L'Istria nell'ultimo dominio veneto, Venezia, Istituto Veneto di scienze, lettere ed arti, 2000;
Le guerre balcaniche, Bologna, il Mulino, 2006 [LuftŰrat ballkanike, Dituria, Tiran?2008; Balkanskite vojni, Sofija, Ciela, 2012];
L'Istria moderna 1500-1797. Una regione confine, Sommacampagna-Verona, Cierre edizioni, 2010;
Jugoslavia sognata. Lo jugoslavismo delle origini, Milano, FrancoAngeli, 2012;
Un confine nel Mediterraneo. L'Adriatico orientale tra Italia e Slavia (1300-1900), Roma, Viella, 2014;
I  Balcani dopo i Balcani. Eredit? identit?Roma, Salerno editrice, 2015.
 
 
 

 
 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito