1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Claudio Griggio

Claudio Griggio
Professore ordinario di Letteratura Italiana nell'Università di Udine 

- s.c.r. 30 giugno 2004 
Si é laureato presso l'Istituto di lingua e letteratura italiana dell'Università di Padova il 12 novembre 1969, discutendo una tesi su Antonio de' Ferrariis e l'umanesimo meridionale (relatore e correlatore i professori Marco Pecoraro e Giorgio Padoan), conseguendo il massimo dei voti e la lode.
Ha seguito il consueto iter richiesto per l'insegnamento nelle scuole, sostenendo l'esame di Stato indetto con D.M. 20 dicembre 1969 e conseguendo le varie abilitazioni all'insegnamento dell'Italiano, Latino, Storia e Geografia negli Istituti di Scuola Media Inferiore e nei Licei dall'anno scolastico 1970-1971, con successiva conferma in ruolo in quanto vincitore di concorso ordinario a cattedra (D.M. 30.6.1971).
Contemporaneamente all'attività di insegnante ha ricoperto, a decorrere dall'anno accademico 1970-71 fino al 1974, il posto di esercitatore di Letteratura italiana presso l'Istituto suddetto, e, dal 1 novembre 1974 con continuità, quello di assistente incaricato fino al 7 dicembre 1981, data in cui é stato nominato ricercatore. Dal 4 settembre 1989 é stato trasferito presso l'Università di Trieste, a seguito della nomina a professore associato di Letteratura Italiana del Rinascimento (raggruppamento di Italianistica e critica letteraria, 084), relativamente al concorso pubblico indetto con D.M. 25.5.84. Dal 1 novembre 1993 si é trasferito presso la Facoltà di Lettere e Filosofía dell'Università di Udine, nell'insegnamento di Letteratura italiana, che tuttora tiene come docente ordinario.
Per quanto riguarda l'attività di ricerca ha orientato la propria specializzazione sui primi secoli della letteratura italiana (Dante, Petrarca, Boccaccio) e in particolare su problemi inerenti alla letteratura latina e volgare dell'Umanesimo e del Rinascimento, privilegiando la metodologia storico-fílologica. Negli ultimi tempi, tuttavia, ha prodotto dei lavori pur sempre riferiti alle età suddette, ma con una impronta critica più accentuata e con attenzione particolare alla questione dei "generi" e delle forme letterarie. Accanto alle prime ricerche svolte su Antonio de' Ferrariis e sull'umanesimo meridionale, ha sviluppato indagini sulla poesia latina del Cinquecento (studiando in particolare i Lusus di Andrea Navagero) e sulla letteratura di viaggio (Itinerario dello stesso Andrea Navagero). Dal 1976 ha concentrato la sua attività scientifica in funzione dell'allestimento dell'edizione critica dell'intero Epistolario umanistico di Francesco Barbaro. Si tratta di un lavoro di vastissime dimensioni e piuttosto complesso sul piano filologico per la diramatissima articolazione della tradizione manoscritta e a stampa. II lavoro costituisce parte di un piano di studio su <<Figure e protagonisti dell'Umanesimo veneziano>> promosso a suo tempo dalla Fondazione Giorgio Cini di Venezia in collaborazione con l'Istituto Nazionale per gli Studi sul Rinascimento di Firenze. che ha curato la stampa del primo volume contenente i Prolegomena e del secondo volume recante l'edizione vera e propria della raccolta canonica dell' Epistolario (1999 - il lavoro ha ottenuto il primo Premio per il settore Filologia da parte del "Salotto Veneto"). II terzo volume e ultimo conterrá le Senili e le Extravaganti e uscirá prevedibilmente nel 2006. Ha curato inoltre dei saggi preparatori all'edizione commentata e tradotta del De re uxoria dello stesso Francesco Barbaro. In questi ultimi anni ha dedicato crescenti ricerche allo studio di Dante (e alla sua fortuna nel Settecento), del Petrarca e della civiltà letteraria tardo-cinquecentesca.
Fa presente, inoltre, di fare parte della redazione di «Lettere Italiane» dal 1984; dal 1986 di essere stato chiamato come membro del Comitato scientifico nell'Ente Nazionale Francesco Petrarca; e dal 2002 é segretario di redazione della rivista « Studi petrarcheschi».
Coordina in collaborazione con Cesare Scalon e Ugo Rozzo il progetto Nuovo Liruti, che consisterà in un Onomasticon di personalità che hanno illustrato la storia letteraria, civile e scientifica del Friuli e in un Dizionario critico-bibliografico che selezionerà le personalità più famose, tenendo presente il modello cui si ispira: le Notizie dei letterati del Friuli... del Liruti, appunto.
Dall'a.a. 2003-2004 è membro dell'Accademia Udinese di Scenze, Lettere e Arti.
E' stato coordinatore del Corso di perfezionamento per insegnanti istituito dall'Universitá di Udine nel 1994, ha contribuito alla costituzione e organizzazione delle Scuole di specializzazione abilitanti iniziati nell'a.a. 1999-2000. Presso dette Scuole tiene degli insegnamenti a carattere didattico-disciplinare di Letteratura italiana e relativi laboratori; inoltre attende al coordinamento tra le discipline che compongono l'Area umanistico-letteraria.
Claudio Griggio

Claudio Griggio
Elenco generale delle pubblicazioni scientifiche

Articoli, note e rassegne
- A. De Ferrariis (Galateo), in Dizionario critico della letteratura italiana, diretto da V. Branca, Torino, UTET, 1974;
- Tradizione e rinnovamento nella cultura del Galateo, in «Lettere Italiane», 1974, pp. 415-433;
- Per l'edizione dei 'Lusus' del Navagero, in «Atti dell'Istítuto Veneto di Scienze Lettere e Arti », 1977, pp. 87-113;
- Un epigramma inedito del Galateo a Isabella d'Aragona, in Medioevo e Rinascimento veneto con altri studi in onore di Lino Lazzarini, I, Padova, Antenore, 1979, pp.571-574;
- Note Guarneriane in margine alla 'recensio' dell 'Epistolario di Francesco Barbaro e alla mostra di codici umanistici friulani, in «Lettere Italiane», 1979, pp. 206-218;
- A.M. Querini e l'edizione dell'Epistolario di Francesco Barbaro, in Cultura religione e politica nell'eta' di A.M. Querini, Brescia, Morcelliana, 1981, pp. 369-382;
- Il codice berlinese lat. fol. 667. Nuove lettere di Francesco Barbaro, in Umanesimo e Rinascimento a Firenze e a Venezia. Miscellanea in onore di V. Branca, III, Firenze, Olschki, 1983, pp. 133-175.
- in collaborazione con V. ZACCARIA, Alcune lettere inedite di Francesco Barbaro e a lui dirette dal codice Clm. 5369, in «Atti e memorie dell'Accademia Patavina di Scienze Lettere e Arti», XCVIII, 1984-85, pp. 5-32;
- in collaborazione con A.C. DE LA MARE, Il copista Michele Salvatico collaboratore di Francesco Barbaro e di Guarnerio d'Artegna, in «Lettere Italiane», 1985, pp. 345-354;
- A. De Ferrariis (Galateo), rifacimento della voce del 1974 per la ristampa del Dizionario critico della letteratura italiana, diretto da V. Branca, Torino, UTET, 19862;
- Due lettere inedite del Bruni al Salutati e a Francesco Barbaro, in «Rinascimento», II s., 1986, pp. 27-50;
- Una lettera di Francesco Barbaro a Ugolino de' Pili da Fano, in Studi in onore di Vittorio Zaccaria, a cura di M. Pecoraro, Milano, Unicopli, 1987, pp. 135-144;
- Un gruppo di lettere inedite di Francesco Barbaro e Ambrogio Traversari, in Ambrogio Traversari nel VI centenario della nascita, a cura di G.C. Garfagnini, Firenze, Olschki, 1988, pp. 329-366;
- L'epistolario di Francesco Barbaro: criteri e assetto dell 'edizione critica, in Per il censimento dei codici dell 'epistolario di Leonardo Bruni, Roma, Istituto Storico Italiano per il Medio Evo, 1991, pp. 23-36;
- Andrea Navagero e l''Itinerario' in Spagna (1524-1528), in Da Dante a Manzoni. Miscellanea di studi in onore di Marco Pecoraro, a cura di B.M. Da Rif e C. Griggio, I, Firenze, Olschki, 1991, pp. 153-178;
- Il frammento della 'Storia Veneta' di Andrea Navagero. Appunti sulla storiogrqfia veneziana del Rinascimento, in Tra storia e simbolo. Studi dedicati a Ezio Raimondi, Firenze, Olschki, 1994, pp. 81-98;
- Una 'Vita di Dante' compilata dall'abate Gennari, in «Critica letteraria», Napoli, 1995, pp. 377-385;
- L 'Umanesimo friulano. Rassegna di studi, in «Lettere Italiane», XLVIII, 4, 1995, pp. 641-659;
- Nuove prospettive nell 'epistolario di Francesco Barbaro, in I Barbaro. Una famiglia veneziana nella storia, in Atti del Convegno di studi in occasione del V centenario della morte dell'umanista Ermolao, Venezia, 4-6 novembre 1993, raccolti da M. Marangoni e M. Pastore Stocchi, Venezia, Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, 1996, pp. 345-362;
- Note sulla tradizione dell 'invettiva dal Petrarca al Poliziano, in Bufere e molli aurette. Polemiche letterarie dallo Stilnovo alla «Voce», a cura di M.G. Pensa, Milano, Guerrini, 1996, pp. 37-51;
- Appunti in margine a una nuova edizione dell 'Epistola a Cangrande, in «Le Forme e la Storia», 1997, pp. 134-148;
- Forme dell 'invettiva in Petrarca, in «Lectura Petrarce», XVIII, Firenze, Olschki, 1998, pp. 374-392;
- Dalla lettera all'epistolario. Aspetti retorico-formali dell 'epistolografia umanistica, Milano, Guerrini, 1998, pp. 83-107;
- in collaborazione con M. VENIER, La lettera di Francesco Barbaro a Lorenzo Monaci. Prodromi del progetto di traduzioni dal greco di Niccoló V nel sesto centenario della nascita, in Atti del Convegno internazionale di studi, Sarzana, 8-10 ottobre 1998, a cura di F. Bonatti e A. Manfredi, Cittá del Vaticano, B.A.V., 2000, pp. 199-236;
- Proposte di ricerche a venire, in «Archivio Storico di Belluno Feltre e Cadore», 319, 2002, pp. 135-137;
- in collaborazione con A. ROMANO, Per il testo del 'Vago Filogeo' di Sabello Michiel, in Antichi testi veneti, in «Filologia veneta», 6, 2002, pp. 151-153;
- Giovanni da Strassoldo: uomo di lettere?, in «Giomale storico della letteratura italiana», CLXXIX, 2002, pp. 561-575;
- Sul codice torinese del Marulo, in Italia-Slavia tra Quattro e Cinquecento, a cura di L. Borsetto, Alessandria, Edizioni dell'Orso, 2004, pp. 119-124;
- "Revocare balneis patavinis vires": un 'attesa delusa di Francesco Barbaro (Brescia 1439), in Gli umanisti e le terme, in c.d.s.;
- Francesco Petrarca a Udine, in <<Studi petrarcheschi>>, in c.d.s.;
- La <<Galleria di Minerva>> e Venezia: <<la più saggia, la più giusta, la più forte di tutte le Repubbliche>>, in Atti del Colloque Internationa. Lieux et limites de la ville. Signes d'identité, 12-13 dicembre 2003, Aix en Provence, in c.d.s. ;
- La <<Galleria di Minerva>> e Dante, in c.d.s.

Libri
- F. BARBARO, Epistolario, I, La tradizione manoscritta e a stampa, Firenze, Olschki, 1991;
- Copisti ed editori del 'De re uxoria' di Francesco Barbaro, Padova, Cleup, 1992;
- F. BARBARO, Epistolario, II, La raccolta canonica delle "Epistole", Firenze, Olschki, 1999.
Recensioni
- rec. a FRANCESCO CORNA DA SONCINO, Fioreto de le antiche de Verona..., ed. critica a cura di G. P. Marchi, in «Lettere Italiane», 1973, pp. 333-345;
- rec. a H. HINTERHAUSER, Fin de siécle - Tre studi, in «Studi e problemi di critica testuale», 1979, pp. 274-275;
- schede per la bibliografía dei «Quaderni per la storia dell'Universita' di Padova», 13 e 14;
- rec. a LAURENTII VALLE Antidotum in Facium, ed. critica a cura di M. Regoliosi, Padova 1981, in «Archivio Veneto», 1983, pp. 129-133;
- rec. a G. BOCCACCIO, De casibus virorum illustrium, a cura di P. G. Ricci -V. Zaccaria, Milano 1983, in «Studi sul Boccaccio», 1983-84, pp. 372-381;
- rec. ad A. LOSCHI, Achiles, a cura di V. Zaccaria; G. CORRER, Progne, a cura di L. Casarsa, Ravenna 1982, in «Studi medievali», 1984, pp. 264-272;
- rec. a S. RIZZO, Catalogo dei codici della 'Pro Cluentio' ciceroniana, Genova 1983, in «Lettere Italiane», 1984, pp. 601-605;
- rec. a S. ZAMPONI, I manoscritti petrarcheschi della Biblioteca Civica di Trieste, Padova 1984. in «Lettere Italiane», 1986, pp. 578-582;
- rec. a L. VIOLI, Le giornate, a cura di G. C. GARFAGNINI, Firenze 1986, in «Lettere Italiane», 1987, pp. 586-589;
- rec. a P. BEMBO, Lettere, ed. critica a cura di E. Travi, Bologna 1988, in «Lettere Italiane», 1990, pp. 664-670;
- rec. a G. FRASSO-G.M. CANOVA-E. SANDAL, Illustrazione libraria, filologia e esegesi petrarchesca tra Quattro e Cinquecento. Antonio Grifo e l'incunabolo Queriniano G.V.15, Padova 1990, in «Lettere Italiane», 1992, pp. 681-685;
- rec. a Le lettere di Gilio de Amoruso, mercaníe marchigiano del primo Quattrocento, edizione, commento linguistico e glossario a cura di A. Bocchi, Tubingen 1991, in «Italienischen Studien», 14, 1993, pp. 180-183;
- rec. a A. di BRAZZA', Le poesie, testo critico a cura di Fabiana Savorgnan di Brazza', Pasian di Prato (UD) 1998, in «Le Panarie», 121, 1999, pp 131-133;
- rec. a G. BOCCACCIO, Genealogie deorum gentilium, a cura di V. Zaccaria, Milano, 1998, in «Studi sul Boccaccio», 2000.
- rec. a M.L. DOGLIO, L 'arte di scrivere lettere..., in «Giornale storico della letteratura italiana», 2001, pp. 456-460;
- rec. a MARCO PERALE, Un recente studio sul Palazzo dei Rettori di Belluno, in «Archivio Storico di Belluno Feltre e Cadore», 319, 2002, pp. 135-137;
- rec. a L. BRUNI, History of the Florentine People, I, edited and translated by J. Hankins, Cambridge-London, 2001, in «Lettere Italiane», 2003, pp. 143-147.
- rec. a Bernardino Partenio e l'Accademia di Spilimbergo 1538-1543, I, Gli Statuti, il palazzo, a cura di C. Furlan, Spilimbergo, 2002, in <<Bibliotheca>>, in c.d.s.

 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter