1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Fausto Guzzetti

Fausto Guzzetti
Direttore, Ufficio III - Attività tecnico-scientifiche per la previsione e la prevenzione dei rischi del Dipartimento della Protezione Civile.

- s.c.r..eletto il 15 luglio 2021.

Direttore dell'Ufficio III Attività tecnico-scientifiche per la previsione e la prevenzione dei rischi, del Dipartimento della Protezione Civile, Presidenza del Consiglio dei Ministri. Dirigente di Ricerca del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR), dal settembre 2009 a novembre 2019 sono stato Direttore (o Direttore f.f.) dell'Istituto di
Ricerca per la Protezione Idrogeologica (IRPI) del CNR. Laureato in Scienze Geologiche all'Università degli Studi di Perugia (1983) con una tesi in Geologia Strutturale, ho
ottenuto un Ph.D. in Geography dall'Università di Bonn (2006) con una tesi intitolata Landslide Hazard and Risk Assessment. Nel 1985-1986 sono stato presso l'U.S. Geological Survey, Menlo Park, dove ho lavorato alla realizzazione di carte inventario delle frane a piccola scala sotto la guida del Dr. Earl E. Brabb. Dal 1992 al 2002 ho coordinato il Progetto AVI: Aree Vulnerate Italiane del CNR GNDCI, producendo un vasto archivio d'informazioni relative a frane e inondazioni storiche in Italia. Ho partecipato a diversi progetti europei, fra i quali Damocles, E2-C2, Eurorisk-Preview e RiskAware. Sono stato responsabile scientifico del progetto MORFEO dell'Agenzia Spaziale Italiana (ASI) per l'utilizzo di dati e tecnologie di osservazione della Terra per l'identificazione e la mappatura delle frane, per il monitoraggio dei movimenti franosi, e per la previsione dei dissesti. Ho coordinato i progetti europei FP7 DORIS: Ground Deformations Risk Scenarios: an Advanced Assessment Service, per l'utilizzo di tecnologie di osservazione della Terra per il monitoraggio di movimenti franosi e fenomeni di subsidenza, e FP7 LAMPRE: LAndslide Modelling and tools for vulnerability assessment Preparedness and REcovery management. Per il Dipartimento Nazionale della Protezione Civile ho coordinanto un progetto di ricerca per la previsione di frane indotte dalle precipitazioni e per la valutazione del rischio da frana. Sono stato Presidente della Natural Hazards Division della European Geosciences Union (EGU), della quale sono stato fondatore, e dalla quale ha ricevuto lo EGU Union Service Award (2008). Fondatore della rivista internazionale Natural Hazards and Earth System Sciences (NHESS), sono stato membro dell'editorial board (2001-2015), e executive editor della rivista (2007-2013).
Sono stato il coordinatore delle attività tecniche e scientifiche svolte dal CNR nell'area colpita dal terremoto dell'Aquila del 604/2009. Dall'aprile 2009 al maggio 2010 sono stato responsabile unico del Gruppo Nazionale per la Difesa dalle Catastrofi Idrogeologiche (GNDCI) del CNR. Sono stato componente della Commissione
Nazionale per la previsione e la prevenzione dei Grandi Rischi (2012-2019), e componente del GEV04 per la Valutazione della Qualità della Ricerca (VQR 2011-2014).
Ho conseguito l'Abilitazione Scientifica Nazionale alle funzioni di Professore universitario di Prima fascia, Settore Concorsuale 04/A3.
Ho lavorato e lavoro in diversi settori di ricerca in geomorfologia, geologia applicata, geologia e geo-informatica, fra i quali: (i) identificazione e mappatura delle frane in differenti ambienti climatici, geologici e morfologici, (ii) analisi della tipologia e della distribuzione spaziale dei dissesti in relazione alle condizioni geologiche e strutturali, (iii) sviluppo di metodi per la determinazione della suscettibilità e della pericolosità da frana, (iv) previsione temporale dei dissesti, utilizzando informazioni storicocronachistiche e carte inventario multi-temporali, (v) studio delle distribuzioni di frequenza delle dimensioni dei dissesti, (vi) acquisizione e utilizzo di informazioni storiche su frane e inondazioni per la valutazione della pericolosità e del rischio geo idrologico, (vii) definizione della vulnerabilità da frana per differenti elementi a rischio, inclusa la popolazione, (viii) definizione e mappatura del rischio da frana, inclusa la valutazione del rischio sociale ed individuale, (ix) definizione di soglie di pioggia e idrologiche per il possibile innesco di fenomeni franosi, (x) morfometria generale, (xi) applicazione di tecnologie GIS e Web-GIS per l'analisi e la pubblicazione di informazioni geomorfologiche, e (xii) divulgazione di informazioni sulla pericolosità, la vulnerabilità e il rischio geo-idrologico. Sono autore di oltre 130 articoli in riviste internazionali, dieci capitoli di libri, oltre 100 articoli in atti di convegni internazionali o nazionali, undici carte tematiche, oltre 200 comunicazioni a convegni internazionali e nazionali, e ho curato dieci numeri speciali di riviste internazionali.


 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter