1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Foto di Gian Antonio Danieli

Gian Antonio Danieli

Gian Antonio Danieli Ŕ nato a Padova il 2 Maggio 1942.

Si Ŕ laureato a Padova in Scienze Biologiche nel 1964. Si Ŕ formato scientificamente nell'Istituto di Zoologia dell' UniversitÓ di Padova e successivamente, nel Department of Animal Genetics dell'UniversitÓ di Edimburgo, dove ha soggiornato nel 1969-70, fruendo di una borsa di studio della Accademia Nazionale dei Lincei e della Royal Society.

Assistente ordinario di Zoologia dal 1966 nell' UniversitÓ di Padova e professore incaricato di Genetica dal 1970, nel 1980 Ŕ risultato vincitore di concorso a cattedra nel settore "Biologia generale".

Professore di Biologia generale prima nella FacoltÓ di Scienze e successivamente in quella di Medicina dell'UniversitÓ di Padova, in questa ha ricoperto dal 1989 al 2001 il ruolo di Professore di Genetica umana e dal 2002 quello di Professore di Biologia applicata. Ha ricoperto diversi incarichi direttivi in tale UniversitÓ: direttore dell' Istituto policattedra di Biologia animale dal 1974 al 1976, direttore del Centro interdipartimentale "A.Vallisneri" dal 1992 al 1995 e direttore del Dipartimento di Biologia dal 1998 al 2001.
Attualmente Ŕ direttore del CRIBI (Centro di Ricerca Interdipartimentale sulle Biotecnologie Innovative, UniversitÓ di Padova).

Dal 1990 al 1999 Ŕ stato vice-presidente della commissione scientifica di Telethon.

╚ autore di circa 190 pubblicazioni, la maggior parte delle quali su riviste scientifiche internazionali. Ha tradotto dall'inglese importanti testi didattici di Genetica generale e di Genetica medica ed ha curato l'edizione di testi scientifici e didattici, pubblicati sia in Italia che all'estero. ╚ unico autore del testo "Genetics and Genomics for the Cardiologist", pubblicato nel 2002 da Kluwer Academic Publ. (USA).
Vincitore nel 1985 del premio "Querini Stampalia" dell' Istituto Veneto di Scienze Lettere ed Arti, Ŕ stato nominato Socio corrispondente dello stesso Istituto nel 1989 e nel 2000 ne Ŕ divenuto Socio effettivo.
Nel 1994 ha ricevuto il Premio Feltrinelli della Accademia Nazionale dei Lincei. Dal 1999 e' Socio corrispondente della medesima Accademia.

Le ricerche hanno riguardato la sintesi degli acidi nucleici in colture cellulari in vitro e nelle ghiandole salivari di Drosophila (1964-68), la replicazione del DNA intranucleolare e l'associazione tra polisomi e complesso del poro nucleare (1969-70), lo studio di equilibri di popolazione in Drosophila, l'epidemiologia genetica di malattie neuromuscolari (1970-80). Con l' introduzione delle tecniche di genetica molecolare l' interesse scientifico si Ŕ rivolto al mappaggio di geni (geni implicati nella cardiomiopatia aritmogena del ventricolo destro, geni che codificano importanti proteine muscolari, geni implicati nella cascata di segnali intracellulari e nei processi di apoptosi , etc) ed alla identificazione di mutazioni, sia nel gene distrofina (che causano distrofia muscolare progressiva DMD/DMB) che nei geni RYR2 e DSP (che causano rispettivamente cardiomiopatia aritmogena ARVD2 ed ARVD8). Nell'ultimo periodo, ha inoltre dato impulso ad un nuovo ed originale filone di ricerca nel settore della genomica funzionale, mediante lo sviluppo di metodi bioinformatici per la ricostruzione di mappe genomiche dei geni espressi in specifici tessuti umani differenziati e di profili trascrizionali di singoli tessuti.

 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter