1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Conferimento Premio Augusto Ghetti 2008

Premio Augusto Ghetti 2008

17 ottobre 2008, ore 18.00
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Palazzo Franchetti


La consegna del Premio Ghetti al geografo Francesco Vallerani si pone nell'ambito delle iniziative di carattere scientifico e pi¨ ampiamente culturale promosse dall'Istituto Veneto sui temi della salvaguardia fisica e socio- economica della cittÓ di Venezia e del territorio.
Andrea Rinaldo, socio dell'Istituto e docente all'UniversitÓ di Padova, aprirÓ il programma con una relazione che intende illustrare gli obiettivi e i metodi che caratterizzano l'impegno scientifico dell'Istituto rispetto a tali temi.
SarÓ inoltre presentato il prossimo convegno "Venezia. Immagine, futuro, realtÓ e problemi" promosso e organizzato dall'Istituto per i primi di novembre.
Dopo un saluto del Presidente e una breve relazione sui lavori della commissione giudicatrice, verrÓ conferito il premio al vincitore prof. Francesco Vallerani dell'UniversitÓ di Ca' Foscari di Venezia per il volume
Acque a NordEst. Da Paesaggio moderno ai luoghi del tempo libero,
Cierre Edizioni Verona, 2004.
Sintesi del volume:
Il suggestivo distribuirsi dell'idrografia nell'ampio entroterra altoadriatico costituisce un peculiare marchio morfologico. Rispetto alla vastitÓ della pianura a occidente dell'Adige, i caratteri fisionomici e climatici dell'ambito veneto e friulano, ma anche l'evoluzione del popolamento, risentono della prossimitÓ al mare e quindi di un complesso interfaccia tra terra e acqua. Il libro considera il ruolo delle vie d'acqua del nordest italiano nel processo di modernizzazione del giovane stato unitario, quando la scelta idroviaria sembrava destinata a svolgere un compito tutt'altro che secondario per lo sviluppo del paese. L'analisi utilizza il punto di vista della geografia culturale, considerando quindi le numerose connessioni con la storia dell'arte, la letteratura, l'ingegneria idraulica, ma anche i pi¨ recenti processi culturali di recupero delle memorie d'acqua, gravemente disperse e degradate durante i decenni incoscienti del "miracolo" economico. Si pone inoltre l'accento sulla prestigiosa qualitÓ dei paesaggi rivieraschi, ben pi¨ importante dell'ambigua retorica dell'identitÓ, autentico inganno, veicolato da alcune forze politiche, che occulta ancor vive e frenetiche dinamiche di spreco ambientale.

Dopo la consegna del premio, il prof. Francesco Vallerani terrÓ una conferenza sul tema
Il Veneto dei piccoli fiumi: brevi viaggi tra geopoetica e recupero del paesaggio.

 
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter