1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Uragani mediterranei: cause ed effetti sulle coste

Martedì 26 febbraio 2013 - Venezia, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - ore 17:30

Intervengono Antonio Navarra e Nadia Pinardi; coordina Luca Carra

Gli uragani, o cicloni, mediterranei si formano a seguito di forti depressioni (minimo al suolo inferiore a 1000 hPa), da cui originano fenomeni convettivi caratterizzati da nubi e venti intensi (oltre i 135 km/h), che vorticano attorno a un "occhio". Del tutto simili a quelli tropicali, si presentano con struttura di nubi torreggianti a spirale, accompagnate da forti piogge temporalesche. In generale, la causa scatenante Ŕ un eccesso di energia termica accumulata sopra il mare dalla colonna d'aria, quando la temperatura superficiale del Mediterraneo si aggira intorno ai 26░C. La dinamica Ŕ piuttosto complessa, legata alla compresenza di diverse forzanti, tra cui la rotazione terreste, che innesca il movimento circolare. Si tratta di fenomeni conosciuti da tempo, ma solo di recente, grazie all'ausilio di strumenti pi¨ sofisticati, si Ŕ potuto monitorarli dettagliatamente. Cosa si sa oggi sulla loro genesi? ╚ ragionevole attendersi che l'acuirsi del riscaldamento globale, a cui Ŕ particolarmente sensibile l'area mediterranea, li renda pi¨ frequenti e intensi? Con quali conseguenze, in particolare sulle coste?

 
 
Teperatura Superficiale Mediterraneo 04-08-2012Vortice ciclonico 01-02-2012Mappa Ciclone 05-11-2011
 
 

 

Le icone in questa pagina sono, da sinistra a destra, tratte da:
http://gnoo.bo.ingv.it/
http://www.campanialive.it/articoli-meteo.asp?titolo=I_TLC_Tropical_Like_Cyclon,_i_famosi_mini_uragani
http://www.fossombronemeteo.it/Articoli/show_mondo.aspx?ID=1347&tipo=articolo_fotografico

 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter