Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Laboratorio di Matematica

Miur Veneto - Accademia dei Lincei
 
Corso di Aggiornamento per docenti di Italiano

25 marzo, 10 aprile, 17 aprile, 4 maggio 2015
Palazzo Franchetti
Corso di approfondimento per docenti di Matematica
della Scuola Secondaria di primo grado

L'Accademia Nazionale dei Lincei e l'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti per la Scuola

Laboratorio di Matematica

Seminario interattivo rivolto agli insegnanti della Scuola Secondaria di primo grado organizzato dall'IVSLA in collaborazione con Accademia Nazionale dei Lincei, MIUR e USRV. 

Al termine del corso i frequentanti riceveranno un attestato rilasciato congiuntamente da MIUR, Accademia dei Lincei, USRV e IVSLA.

Il progetto intende promuovere nelle Scuole secondarie, l'insegnamento e l'apprendimento della Matematica basati sull'indagine razionale e sperimentale e sul Laboratorio di Matematica.
Le metodologie sopra indicate sono state già sperimentate nel nostro Paese attraverso l'impegno di molti docenti e la nostra importante tradizione didattica, consentendo la realizzazione di significativi progetti nazionali, alcuni dei quali tuttora in corso, di cui quello presente è promosso dall'Accademia dei Lincei.
 Si ritiene utile e importante dare un ulteriore contributo, per sviluppare maggiormente la metodologia didattica del Laboratorio di Matematica, che qui intendiamo non tanto come luogo fisico attrezzato, quanto come momento in cui lo studente, guidato sapientemente dal docente, progetta e conduce osservazioni sperimentali sugli oggetti e sui fenomeni matematici, interpreta i risultati, formula semplici previsioni e congetture, intuisce i concetti e si avvia all'argomentazione logica discutendone con i compagni e con i docenti.
Il progetto ha come filo conduttore non tanto la Logica Matematica, che è area culturale specifica con grande tradizione e impatto tra specialisti, ma la Logica della Matematica, per la Matematica e per la vita, come strumento per la crescita intellettuale dei giovani.
La logica della Matematica è spesso oscura agli allievi: a volte per loro non è chiaro ciò che rientra in una definizione e ciò che rientra in un teorema, non si distingue bene tra le ipotesi e la tesi di un teorema, tra "condizione necessaria" affinché la proprietà P sia vera e "condizione sufficiente" affinché la proprietà P sia vera. Non si sa come esprimere la negazione di una proposizione o che cosa voglia dire condurre un ragionamento per assurdo. L'atteggiamento che si assume dinanzi ad una definizione o ad un assioma è spesso passivo e la disciplina viene vista come una serie di dogmi da accettare senza discussione, statica e fredda, con l'aggravante che per lunghi periodi gli studenti sono costretti a trattare lunghissime e complicate espressioni algebriche.
Occorre far circolare il messaggio che la Matematica che insegniamo a scuola viene sì dai pensatori del passato ed è perfettamente collaudata, ma la sua trasmissione ai giovani ha molti gradi di libertà e risente dell'evoluzione del mondo, non solo per le novità che si sono affermate e che continuano ad apparire nei laboratori e nei centri di ricerca sparsi per il mondo, ma anche per le novità messe a disposizione dalla tecnologia. Oggi è possibile ottenere immagini sofisticate degli oggetti della Matematica che una volta erano solo frutto della capacità di astrazione di pochi.
Per la Matematica si sente l'esigenza di trattare alcuni argomenti ritenuti un po' ostici, perché spesso trattati in maniera non adeguata, affrettata (frazioni, numeri decimali, numeri irrazionali). Nella scuola si presta inoltre poca attenzione ai "numeri irrazionali". La ragione principale è che spesso la matematica è sostanzialmente concepita come un insieme di tecniche risolutive. L'idea della matematica come edificio coerente e strutturato della conoscenza non viene comunicata allo studente; sarebbe invece importante che i nostri studenti percepissero che la matematica è una conquista intellettuale dell'umanità che ha avuto successo presso gli uomini non soltanto per motivi pratici. Per trasferire il senso della struttura organizzata della matematica agli studenti non vi è occasione più adatta di quella di fornire un quadro chiaro e coerente del sistema dei numeri
L'iniziativa rivolta alle scuole secondarie del Veneto consiste in una azione di supporto scientifico ai docenti, nel rispetto dell'autonomia didattica, organizzativa e di ricerca della scuola, per la realizzazione di percorsi didattici che integrino al proprio interno in modo cruciale la metodologia del laboratorio di matematica. 

 
 

Le attività si svolgeranno in contemporanea in diverse sedi provinciali, collegate in diretta streaming.

Le relazioni si terranno nella sede di Palazzo Franchetti, con il seguente calendario:

25 marzo 2015, 14.45-17.45
I numeri relativi
Giulia Treu, Dipartimento di Matematica, Università di Padova. 

 

 
 
 

10 aprile 2015,  14.45-17.45
Esplorazioni e congetture in matematica - L'importanza del linguaggio
Claudio Bernardi, Università La Sapienza, Roma

 
 
 

17 aprile 2015, 14.45-17.45
Probabilità: logica e calcolo
Paolo Dai Pra, Dipartimento di Matematica, Università di Padova. 

 
 
 

4 maggio 2015, 14.45-17.45 
Matematizzare il quotidiano e quotidianizzare la matematica
Cinzia Bonotto, Dipartimento di Matematica, Università di Padova.

 
 
 

Modulo di iscrizione al Corso

 

E' attiva per gli iscritti al Corso la piattaforma con i materiali e i forum di discussione al link: http://moodle.palazzofranchetti.it

Elementi di approfondimento
sul Protocollo MIUR-Lincei e sulla strategia complessiva per la formazione dei Docenti:
http://www.linceieistruzione.it/


 
Chiudi la versione stampabile della pagina e ritorna al sito