1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

João Louro. I will be your mirror / Poems and Problems

 
Joćo Louro. I will be your mirror / Poems and Problems

9 maggio  - 22 novembre, Palazzo Loredan

Rappresentanza Ufficiale portoghese nella 56 Esposizione Internazionale d'Arte, La Biennale di Venezia, 2015

Curata da
Marķa de Corral 

Aperto tutti i giorni dalle 10.00 alle 18.00
Ingresso libero


Joćo Louro č un artista intensamente concettuale, la cui intensitą si manifesta nella sua presentazione e interpretazione del mondo, nel suo fraseggio musicale dell'esperienza e nel suo impegno a portare le cose fino al limite, grazie ad un impressionante sdoppiamento di tensione e controllo calcolati.Il tema del progetto che Joao Louro porta a Venezia prende in prestito il titolo da una canzone dei Velvet Underground - l'l/ Be Your Mirror. Joao Lauro disegna un percorso lungo la sua carriera, le sue convinzioni artistiche e culturali, le sue preoccupazioni e decisioni estetiche e sociologiche. Partendo da elementi propri del Minimalismo e dell'Arte Concettuale, l'artista costruisce il suo mondo attraverso le tracce che le sue letture, la musica e il cinema hanno lasciato lungo la strada; a partire dalla fusione di queste tracce costruisce una sorta di autobiografia, un diario personale, i cui testi o eventi sono carichi di significato. Reitera le domande sul significato e l'efficacia simbolica dell'immagine e del linguaggio, utilizzando l'invisibilitą o la cancellazione come strategie per ricordarci che l'accesso ci č negato e che lo spettatore č sempre parte dell'opera: l'opera si assume come specchio, restituendo allo spettatore il ruolo principale.Le opere create appositamente per il Padiglione del Portogallo, e che sono state adattate in modo straordinario allo spazio di ogni sala della Biblioteca di Palazzo Loredan, evidenziano la preoccupazione che Joao Louro ha sempre mostrato nel generare nuovi aspetti semantici e mettere in dubbio le regole accettate come normali dalla nostra cultura visiva; cosģ come nel convertire il ruolo dello spettatore in partecipante, creando luoghi inventati, immaginando scene e abitando parole che ci permettono di coltivare i nostri desideri e le nostre aspirazioni pił profonde. In queste creazioni Louro enfatizza il linguaggio visivo e le sue modalitą espressive e considera l'interpretazione come una forma di comunicazione tra l'opera d'arte e lo spettatore, cercando di costituire nuove sfere di pensiero per sentire, riflettere e condividere.li lavoro concettuale di Joao Louro č un'indagine sui limiti e la capacitą espressiva dell'immagine, riflettendosi al di fuori dei margini stretti dell'opera d'arte in sé.
Maria de Corral

Joćo Louro
Č nato a Lisbona nel 1963, dove vive e lavora. Ha studiato architettura presso la Facoltą di Architettura di Lisbona e pittura presso la Scuola AR.CO. Il suo lavoro comprende pittura, scultura, fotografia e video. Discendente dell'arte minimalista e concettuale, con particolare attenzione alle avanguardie, il lavoro di Joao Louro esprime, in quanto registro temporale, la sua visione dell'arte e della cultura come sistemi autoreferenziali. La piattaforma di lettura delle sue opere č inseparabile dall 'orizzonte culturale della modernitą e della societą postindustriale. Tracciando una topografia di riferimenti tanto personali quanto generazionali, utilizza come fonte ricorrente il linguaggio, la parola scritta e la revisione dell'immagine nella cultura contemporanea, a partire da un insieme di rappresentazioni e simboli dell'universo visivo collettivo. Il minimalismo, il concettualismo, la cultura pop, lo strutturalismo e poststrutturalismo, autori come Walter Benjamin, Guy Debord, Georges Bataille, Maurice Blanchot o artisti come Dona Id Judd o l'onnipresente Duchamp, formano il lessico di riferimento di questo artista.Le sue opere sono presenti in collezioni private e pubbliche, portoghesi e straniere, come: Fondazione Calouste Gulbenkian (Lisbona), Collezione BES (Lisbona); Collezione Antonio Cachola (Eivas); Fondazione ARCO (Madrid), Collezione Helga de Alvear (Caceres) , Collezione Purificaci6n Garcia (Madrid); Margulies Collection at the Warehouse (Miami); JumexFoundation (México); Fondazione Serralves (MACS, Porto); MACRO Museo d'Arte Contemporanea (Roma); Museo del Caramulo. Il suo lavoro č rappresentato in Portogallo dalla Galleria Cristina Guerra Contemporary Art (Lisbona) e dalla Galleria Fernando Santos (Porto) e negli Stati Uniti dalla Christopher Grimes Gallery (Santa Monica).

Maria De Corral
Lavora e vive a Madrid.
Č critica d'arte, consulente e curatrice indipendente.Attualmente č curatrice principale della Collezione di Arte Contemporanea del Museo Patio Herreriano (Valladolid) e co-direttrice dell'impresa Expo Actual S. L.Č stata co-direttrice della 51 a Esposizione Internazionale d'Arte -la Biennale di Venezia, nel2005.Č stata curatrice senior aggiunta della famiglia Hoffman per il Museo di Arte di Dallas, fra il 2005 e il 2008.Fra il2002 e il2006 č stata direttrice della Collezione della Fundaci6n Telefonica. Dal1995 al 2002 č stata direttrice della Collezione di Arte Contemporanea della Fundaci6n "La Caixa" che iniziņ nel 1985. Fra il 1990 e il 1994 č stata direttrice del Museo Nacional Centro de Arte Reina Sofia (Madrid). Fra i11981 e il1991 č stata direttrice del Dipartimento di Arti Visive della Fundaci6n "La Caixa". Č stata commissaria del Padiglione della Spagna alla 43 3 Biennale di Venezia.Č stata tesoriera del CIMAM, lnternational Council of Museums of Modern Art e adesso č membro dell'lnternational Arts Council, Wexner Center far the Arts, Columbus (Ohio, USA). Č membro del Consiglio Consultivo del Museo Reina Sofia (Madrid) e del Consiglio di Patroni del Centro Guerrero  (Granada) e della Fondazione Thyssen-Bornemisza (Madrid).Č stata curatrice di un gran numero di esposizioni ed ha coordinato diverse monografie in musei ed istituzioni di tutto il mondo.

 
 

Organizzazione
Secretįrio de Estado da Cultura | Direēćo-Geral das Artes 
Secretary of State for Culture
Jorge Barreto Xavier 
General Director for the Arts
Margarida Veiga 
Executive Coordination
Costanza Ronchetti 
Assistant to the Director
Margarida Silva 
Communication and Press
Susana Neves

Esposizione
Production
New Match (Lisbon)
Joćo Lacerda Moreira (Venice)
Local architect
Joćo Lacerda Moreira (Venice)
Graphic Design
Atelier Pedro Falcćo
Construction 
Ott-Art
Transports
Interartis
Head of Visitor Service Assistants
Alessia Pugliatti

 

Catalogo
Texts
Marķa de Corral
Paulo Herkenhoff
Delfim Sardo
Nuno Crespo
Editorial coordination
New Match
Translation
David Alan Prescott
Proofreading
António Massano
Graphic Design
Atelier Pedro Falcćo
Photography
Joćo Miranda
Daniel Malhćo
José Manuel Costa Alves
Post production
We Blend 
 
Sponsor:
FUNDAĒĆO EDP

 
 
 
 
 
 
  1. Calendario
  2. Divulgazione
  3. Video
  4. Banca Dati Lagunare Ambientale
  5. Pubblicazioni dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
  6. Collaborazioni nazionale e internazionali
  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter