1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Sandro Zampieri Professore ordinario di Automatica nell'UniversitÓ di Padova

Sandro Zampieri
Professore ordinario di Automatica nell'UniversitÓ di Padova

- s.c.r. eletto il 23 marzo 2024

Posizione attuale. Professore Ordinario di Automatica, UniversitÓ di Padova (dal 2002).
Precedenti posizioni e formazione
1988 Laurea in Ingegneria Elettronica presso l'UniversitÓ of Padova 2002 Dottorato di Ricerca in Ingegneria dei Sistemi presso l'UniversitÓ di Bologna 1992-1998 Ricercatore di Controlli Automatici, UniversitÓ of Padova
1998-2002 Professore Associato di Controlli Automatici, UniversitÓ of Padova 1991-92 e 1993 Visiting Scholar, MIT, USA.
1998 Visiting Professor, University of Groningen, Paesi Bassi
2011 e 2013 Visiting Professor, University of California, Santa Barbara, USA
Comitati editoriali e organizzativi
Associate Editor delle riviste scientifiche: Siam Journal on Control and Optimization (2002-2004); IEEE Transactions on Automatic Control (2012-2014). General chair del 1st IFAC Workshop on Estimation and Control of Networked
Systems (Venezia, 2009), Program chair del 3rd IFAC Workshop on Estimation and Control of Networked Systems
(Santa Barbara, 2012) e Publication chair del 2011 IFAC World Congress (Milano, 2011). ╚ stato membro del Technical Program Committee di numerose altre conferenze internazionali.
Ricerca Scientifica
La sua ricerca si Ŕ sviluppata nell'ambito dei Controlli Automatici, della Teoria dei Sistemi Dinamici, della Teoria dei Codici. In particolare, si Ŕ occupato di:
Modelli matematici per sistemi multidimensionali. SI tratta di modelli che descrivono dinamiche spazio-temporali in cui il concetto di causalitÓ deve essere indebolito e analizzato con sofisticati metodi matematici.
Metodi di analisi e sintesi di codici a correzione di errore. SI tratta di metodologie che permettono di proteggere l'informazione trasmessa attraverso un canale di comunicazione rumoroso.
Sistemi multi-agente. Si tratta di sistemi dinamici che consistono in molte unitÓ semplici che, interagendo, possono far emergere comportamenti globali complessi, i quali possono essere utilizzati per il controllo di sistemi ingegneristici quali, ad esempio, reti di sensori o reti per la distribuzione dell'energia elettrica.
ControllabilitÓ di reti dinamiche. Sistemi dinamici complessi, come quelli che, ad esempio, possono descrivere il funzionamento del cervello, richiedono nuovi strumenti di analisi. La controllabilitÓ Ŕ utile per determinare l'efficienza della comunicazione tra diverse parti di tali sistemi.
Pubblicazioni. Autore di pi¨ di 120 articoli pubblicati su riviste o come atti di congressi internazionali. Sul data-base Google Scholar risulta aver ricevuto pi¨ di 8.600 citazioni e h-index 37.
Premi e riconoscimenti. Nel 2016 ha ricevuto il IEEE Transaction on Networked Systems Outstanding Paper Award.
Dal 2023 Ŕ Fellow dell'Institute of Electrical and Electronics Engineering (IEEE).
Ruoli istituzionali. ╚ stato direttore del Dipartimento di Ingegneria dell'Informazione dell'UniversitÓ di Padova dal
2014 al 2018
Coordinamento di progetti di ricerca e brevetti
Ha partecipato a vari progetti nazionali ed Europei. In particolare, Ŕ stato responsabile dell'unitÓ Padovana dei
progetti Feednetback (2009-2012) e HYCON2 (2010-2014).




 

 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter