1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

In via in Saecula. 700 anni tra Europa e Cina. Il viaggio della Bibbia di Marco Polo

In via in Saecula. La Bibbia di Marco Polo

8 - 21 dicembre 2012
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Palazzo Franchetti

MOSTRA D'ARTE

Sotto l'alto Patronato del Presidente della Repubblica

7 dicembre, ore 15,30
Inaugurazione

Saluti di apertura
Gian Antonio Danieli,
Presidente dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Alberto Melloni,
Segretario della Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII, Università di Modena e Reggio Emilia
Laura Fincato,
Presidente delegato Expo Venezia
Marco Ceresa,
Università Cà Foscari Venezia,
direttore Istituto Confucio
Intervengono
Gherardo Ortalli
, Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
Università Ca' Foscari Venezia
Riccardo Saccenti
, Fondazione per le Scienze Religiose
Giovanni XXIII

Informazioni
Orario
Tutti i giorni, dalle 11 alle 18
Visite guidate:
Mercoledì 12 dicembre, 16-17
Martedì 18 dicembre, 16-17
Ingresso libero
La mostra è fruibile anche per i non vedenti, con installazioni e trascrizioni in braille

Organizzata dalla
Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII, Bologna
in collaborazione con
l'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

Si ringrazia
Arcus - Società per lo sviluppo dell'arte, della cultura e dello spettacolo
Regione Toscana
Manutencoop
Comitato Expo Venezia

La cosiddetta Bibbia di Marco Polo è una copia tascabile 16,5 x 11 cm della vulgata, prodotta in Francia meridionale su pergamena prima della metà del Duecento e affidata a una delle missioni inviate dal pontefice fra il 1244 e gli anni Ottanta del secolo XIII al Khan dei Mongoli per chiedere un'alleanza di cui conosciamo qualche dettaglio nello scambio di lettere conservate dalla cancelleria papale prima a Lione e poi a Roma.
Dopo il suo arrivo in Cina, la Bibbia, usata per la predicazione e consunta da questo, come mostra il suo stato di conservazione e alcune delle glosse marginali, rimase in possesso di qualche famiglia altolocata, conquistata almeno dalla preziosità della sua calligrafia e dal suo valore estetico.
Passano così circa 4 secoli: un lasso di tempo che fa di questa Bibbia da mano un caso unico nella storia degli scambi fra Cina e cristianesimo latino: nessun altro reperto è arrivato così presto ed è rimasto così a lungo nel Paese di mezzo.
Solo qualche decennio dopo l'arrivo dei gesuiti di Matteo Ricci in Cina, la Bibbia venne riconosciuta per ciò che era e collegata - forse proprio a causa delle funzione che il mercante veneziano esercitò nel recapito delle lettere del Khan al papa - alla figura di Marco Polo.
Nel 1681 P. Philippe Couplet (1623-1692), missionario in Cina dal 1656 con incarichi diplomatici e collaboratore del gruppo che curò la traduzione di Confucio, viene rimandato dai padri della Compagnia di Gesù in Europa nel tentativo di difendere la pratica dell'inculturazione della fede nella quale i gesuiti si erano distinti.
Couplet porta con sé uno dei più famosi convertiti - il p. Michele Shen che passa alla corte di Luigi XIV - e molti libri che offre in dono fra gli altri a Innocenzo XI Odescalchi.
A Cosimo III fa dono di varie opere di filosofia e scienza e anche di quel manoscritto della Bibbia che fu presentato come preziosissima reliquia, rimasta a lungo in possesso di un'importante famiglia di Cham Xo (i.e. Ch'ang-shu): era la Bibbia "di Marco Polo".
Avvolta in un drappo di seta gialla è conservata alla Biblioteca Laurenziana di Firenze in condizioni di fragilità.

L'intervento di restauro, di ricerca e i viaggi della Bibbia tra l'Italia e la Cina, sono stati resi possibili dagli interventi e dai sostegni della Regione Toscana, dell'Ente Cassa di Firenze e del Ministero per i Beni e le Attività Culturali.
Un'edizione in facsimile dell'intera Bibbia in pergamena, disponibile dai primi mesi del prossimo anno, sarà prodotta dall'Istituto dell'Enciclopedia Italiana, editore unico per la qualità e il pregio di questo tipo di edizioni.
L'edizione sarà accompagnata da un volume di saggi in italiano e cinese che daranno i risultati della ricerca e un "atlante" dell'arte lungo la via della seta fra XIII e XVII secolo.
Preziosa è stata inoltre la collaborazione con La Biblioteca Medicea Laurenziana e l'Istituto dell'Enciclopedia Italiana - Treccani.

 
 
 
Loghi Istituzioni che hanno partecipato alla realizzazione della mostra
 
 

Inaugurazione MOSTRA D'ARTE In via in Saecula. 700 anni tra Europa e Cina. Il viaggio della Bibbia di Marco Polo

 
 

Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII
Dipartimento di Studi sull'Asia e sull'Africa Mediterranea - Università Ca' Foscari
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti

in occasione della mostra
In via in Saecula. 700 anni tra Europa e Cina.
Il viaggio della Bibbia di Marco Polo

presentano il
SEMINARIO

Religioni e culture sulla via della seta.
Regni e missioni fra Cina ed Europa (XIII-XX secolo)

Lunedì 10 dicembre 2012, ore 11,00

11:00 Saluti e introduzione
Evoluzioni politiche fra XIII e XVI secolo. Presiede Tiziana Lippiello
11,15 Alberto Melloni, I pontefici medievali e i tartari. Un quadro delle relazioni diplomatiche e religiose fra Cina e Christianitas europea
11,45 Frederick Lauritzen, Non perdere la Trebisonda. La poesia di un impero fra Mongoli e Latini
12,15 Giampiero Bellingeri, Reticoli e gabbie sulle Vie della seta: brani dai settori "scytici" della Descrittione di papa Pio II e dai trattati coevi
12,45 Discussione
13,00 - 15,00 Pausa pranzo
Missionari e cultura cinese. Presiede prof. Alberto Melloni
15,00 - 15,30 Riccardo Saccenti, Convertire i tartari. I "Capitula fidei" attribuiti a Egidio Romano
15,30 Tiziana Lippiello, Il perfezionamento di sé nella cultura cinese classica secondo l'interpretazione di P. Matteo Ricci
16,00 Xu Shiling, Il mutamento del metodo missionario nella Cina contemporanea
16,30 Discussione
17,00 Conclusione

 
 
 
 

Approfondimenti

 
 
  1. Calendario
  2. Divulgazione
  3. Video
  4. Banca Dati Lagunare Ambientale
  5. Pubblicazioni dell'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti
  6. Collaborazioni nazionale e internazionali
  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter