1. Contenuto della pagina
  2. Menu principale di navigazione
  3. Menu di sezione
Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti - Testata per la stampa

Contenuto della pagina

Adunanza Solenne

L'assemblea dei soci riunita nella Sala dello scrutinio, in Palazzo Ducale
L'assemblea dei soci riunita nella Sala dello scrutinio, in Palazzo Ducale

Venezia, domenica 9 giugno 2024, ore 10.30
Palazzo Ducale, Sala dello Scrutinio

Nel corso dell'adunanza il Presidente ha proclamato
i nomi dei nuovi soci effettivi, corrispondenti, stranieri;

Ha tenuto
la relazione sull'attivitą svolta dall'Istituto nell'a. a. 2023-2024;

Ha comunicato
i risultati dei concorsi scientifici conferendo il premio ai vincitori:
Concorso al Premio Ines Biasoni di euro 4.000, per tesi di dottorato nel campo delle Scienze e delle Scienze umane e sociali sui temi del Clima;
Concorso al Premio Mario Bonsembiante di euro 5.000, per tesi di dottorato su argomenti nel campo alimentare e/o nutrizionale;
Concorso al Premio Lorenzo Brunetta di euro 2.500, per tesi di dottorato nell'ambito della Ricerca operativa;
Concorso al Premio Guerrino Lenarduzzi di euro 4.000, destinato a laureati in Medicina e Chirurgia con una tesi di specializzazione o di dottorato nel campo della Diagnostica per immagini o quello della Radiologia interventistica;
Concorso al Premio Andrea Marconato di euro 2.500, per tesi di dottorato su temi di biologia evoluzionistica-ecologica e mirata alla conservazione della specie;
Concorso al Premio Pompeo Molmenti di euro 5.000, per un lavoro originale ed inedito su un argomento riguardante la storia della societą veneta, della sua cultura e delle sue istituzioni nel periodo compreso tra il XIII e il XX secolo;
Concorso Venezia futuribile, scienza e fantascienza per ripensare la cittą pił antica del futuro indetto dall'Istituto Veneto di Scienze, Lettere ed Arti e dalla Fondazione Venezia Capitale Mondiale della Sostenibilitą/Venice Sustainability Foundation (FVCMS/VSF)

 


Il socio corrispondente Salvatore Settis, Professore emerito di Storia dell'Arte e dell'Archeologia classica della Scuola Normale Superiore di Pisa
ha tenuto quindi il discorso ufficiale sul tema:
Esotismi a Venezia: Giorgione e Carpaccio, post 1505
La pittura veneta anche nel Quattrocento abbonda di indizi e segni di esotismo 'orientaleggiante', ma nel primo Cinquecento si aggiunge, in rari casi (in particolare in Carpaccio e in Giorgione), qualche indizio di nuove curiositą, nuove conoscenze e e nuove aperture. Questo intervento si propone di esplorare la natura e le fonti di alcuni significativi dettagli e la loro sintonia con i nuovi orizzonti geografici di quell'etą, allargando lo sguardo a uno scenario vastamente europeo e analizzandone le implicazioni per la storia dell'arte e della cultura. A Venezia e non solo.

 
 
 
Da sinistra verso destra: Salvatore Settis, Carlo Barbante, Claudio Consolo, Andrea Rinaldo, Elena Valcher, Francesca Ghedini, Donatella Calabi
Da sinistra verso destra: Salvatore Settis, Carlo Barbante, Claudio Consolo, Andrea Rinaldo, Elena Valcher, Francesca Ghedini, Donatella Calabi
 
 
Salvatore Settis (Relatore del discorso ufficiale)
Salvatore Settis (Relatore del discorso ufficiale)
 
 



  1. Feed RSS
  2. Canale Youtube
  3. Facebook
  4. Twitter